Turchia: nel 2022 Icdas inizierà ad investire nella produzione di piani

mercoledì, 17 novembre 2021 18:42:51 (GMT+3)   |   Istanbul
       

L'acciaieria turca Icdas punta ad avviare in futuro la produzione di acciai piani oltre a quella, attiva da sempre, di billette e prodotti lunghi. Prevede infatti di iniziare l'anno prossimo il relativo processo di investimento. Secondo quanto appreso da SteelOrbis, il completamento dei lavori dovrebbe richiedere circa tre anni. L'investimento ammonterà in totale a 350 milioni di dollari e porterà a una capacità installata di 3 milioni di tonnellate di acciai piani. In questo modo, la capacità produttiva totale di Icdas salirà a 6 milioni di tonnellate. 

L'investimento da parte di Icdas porterà a un incremento dell'offerta di piani sul mercato turco. Considerando che anche altri produttori di HRC stanno espandendo la propria capacità, diverse fonti temono che il mercato possa sovrasaturarsi. «Tutti pianificano di aumentare la capacità di laminati a caldo e affinché questi nuovi volumi vengano venduti abbiamo bisogno di un mercato interno forte e di esportazioni sostenibili – ha commentato un trader – Inoltre, ci sarà probabilmente meno spazio per l'importazione di HRC in Turchia». Altre fonti ritengono che le importazioni saranno sì influenzate, ma per quanto riguarda i prodotti destinati alla realizzazione di tubi principalmente. L'ampia disponibilità di HRC per la rilaminazione potrebbe rappresentare un problema. 


Ultimi articoli collegati

Turchia: la scarsità di domanda trascina verso il basso i prezzi dei coils a caldo

Coils a freddo, importazioni in crescita in Turchia a settembre

Turchia, importazioni coils a caldo: volumi a +39,4% a gennaio-settembre

Turchia, export di coils a caldo in calo a gennaio-settembre

Coils a caldo: le offerte dalla Cina affossano l'umore sul mercato turco