Turchia: in crescita l'import di rottame nel primo trimestre 2020

mercoledì, 06 maggio 2020 17:22:26 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Crescono le importazioni turche di rottame. Secondo i dati forniti dall'associazione turca dei produttori siderurgici (TCUD), nel primo trimestre 2020 l'import di rottame nel paese è aumentato del 35,7% su base annua, raggiungendo 5,282 millioni di tonnellate. In valore, le stesse importazioni sono ammontate a 1,503 milioni di dollari (+22,9%).

Nel solo mese di marzo sono stati importati in Turchia 1,798 milioni di tonnellate di rottame, facendo registrare incrementi del 51,6% su base mensile e del 5,26% su base annua.
L'UE ha mantenuto la leadership tra i fornitori con una quota del 40%, seguita dagli Stati Uniti col 34%.

A seguire, le principali fonti di rottame per la Turchia nei primi tre mesi del 2020.

 

Import gen-mar 2020 (t)

Variazione annua (%)

USA

984.053

+34

UE

3.418.793

+40

CIS

452.435

-2

Altri

317.000

+72

Totale

5.282.269

+35,7

 

Le incertezze attorno ai flussi internazionali della materia prima e all'economia in generale hanno avuto un impatto sulle attività di acquisto degli importatori turchi di rottame. Di conseguenza, ci si aspetta che le cifre relative alle importazioni di aprile e maggio risultino inferiori.


Ultimi articoli collegati

Rottame, importazioni in crescita in Turchia nei primi cinque mesi

Rottame: l'impatto del COVID-19 sulle importazioni turche

Turchia: importazioni di minerale in calo nei primi quattro mesi

Turchia: importazioni di coking coal in crescita nei primi quattro mesi 

Turchia: importazioni di ghisa in calo nel primo quadrimestre 2020