Turchia: importazioni ed esportazioni di rottame in flessione a gennaio-luglio

martedì, 06 settembre 2022 16:09:11 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Secondo una dichiarazione rilasciata dall'Associazione dei produttori siderurgici turchi (TCUD), a luglio di quest'anno la produzione di acciaio grezzo in Turchia è diminuita del 20,7% su base annua attestandosi a 2,7 milioni di tonnellate, mentre nel periodo gennaio-luglio la produzione di acciaio grezzo del paese ha totalizzato 21,6 milioni di tonnellate, in calo del 6,9% su base annua.

Nei primi sette mesi dell'anno, il consumo di acciai finiti in Turchia è diminuito del 3,6% a 19,6 milioni di tonnellate, mentre nel solo mese di luglio è sceso dell'11,2% a 2,7 milioni di tonnellate, in entrambi i casi rispetto agli analoghi periodi del 2021.

A luglio, le esportazioni di acciaio della Turchia sono diminuite del 22,8% a 1,2 milioni di tonnellate, mentre il valore delle stesse è sceso del 19,4% raggiungendo 1,1 miliardi di dollari. Le esportazioni di acciaio della Turchia nel periodo gennaio-luglio si sono attestate a 9,7 milioni di tonnellate, in calo del 10,2% su base annua, mentre il loro valore è stato di 9,4 miliardi di dollari, in aumento del 17,5% su base annua.

Le importazioni di acciaio della Turchia nel mese di luglio sono diminuite dell’1,8% a 1,3 milioni di tonnellate, mentre il valore di queste importazioni è cresciuto del 12,9% a 1,5 miliardi di dollari, entrambi su base annua. Nei primi sette mesi di quest'anno, le importazioni di acciaio hanno fatto registrare un calo del 5,4% a 9,1 milioni di tonnellate, mentre il loro valore è aumentato del 25,6% a 10 miliardi di dollari.

Nei primi sette mesi dell'anno, il rapporto tra esportazioni e importazioni di acciaio della Turchia è calato al 94%, dal 100,6% registrato nello stesso periodo dell'anno precedente.

Secondo la TCUD, l'accelerazione del calo della produzione del paese ha accresciuto le preoccupazioni. Oltre alle condizioni sfavorevoli del mercato globale, la prevalenza di materiali di origine russa nel mercato interno turco a prezzi bassi e l'incapacità dei produttori turchi di competere con questi prezzi, e la conseguente riduzione o arresto della produzione, sono stati importanti fattori in questo calo. A luglio, l'utilizzo della capacità dei produttori di acciaio turchi è sceso al 59,7% dal 75,2% di luglio 2021 e il rapporto tra esportazioni e importazioni di acciaio della Turchia è sceso al 101%, dal 72%. Con l'aumento di circa il 50% dei prezzi dell'energia e la recessione dei mercati di esportazione, soprattutto in Europa, le preoccupazioni dei produttori turchi sulla situazione aumenteranno nei prossimi mesi. Il TCUD ha affermato che l'aumento delle importazioni di semilavorati da Russia, Cina e India dovrebbe essere controllato e dovrebbero essere adottate misure per aumentare l'uso di prodotti nazionali al fine di controllare il calo della produzione e sostenere le esportazioni.


Articolo precedente

Europa, export: in aumento il rottame verso la Turchia, dai Paesi baltici a 426 $/t CFR

03 feb | Rottame e materie prime

Laminati mercantili: in crescita i prezzi export dalla Turchia

03 feb | Lunghi e billette

Turchia, TCUD: sentimento positivo per il 2023 nonostante le condizioni di mercato sfavorevoli

03 feb | Notizie

Turchia, prodotti lunghi: costi energetici più bassi, ma aumentano i prezzi import del rottame

02 feb | Lunghi e billette

Turchia, i prezzi del rottame deep sea raggiungono 420-422 $/t nei nuovi accordi

31 gen | Rottame e materie prime

Il rottame europeo in Turchia sale a 414 $/t CFR

30 gen | Rottame e materie prime

La Turchia aumenta i dazi all’importazione per i prodotti piani in acciaio

30 gen | Notizie

Turchia, laminati mercantili: gli esportatori tentano di aumentare i prezzi

27 gen | Lunghi e billette

Turchia, vergella: in calo i prezzi import, scontato il materiale dal Donbass

26 gen | Lunghi e billette

Turchia, tubi saldati: export in calo nel periodo gennaio-novembre

25 gen | Notizie