Turchia: importazioni di rottame in calo a settembre

venerdì, 29 ottobre 2021 16:27:19 (GMT+3)   |   Istanbul
       

In Turchia, a settembre di quest'anno, le importazioni di rottame hanno registrato un calo sia rispetto ad agosto, sia rispetto a settembre 2020.

A settembre 2021, hanno fatto ingresso nel paese 1,57 milioni di tonnellate di rottame, dato in contrazione del 21,5% in termini congiunturali.

Tuttavia, nei primi nove mesi dell'anno il volume delle importazioni di rottame è cresciuto del 16,6% su base annua, attestandosi a 18,85 milioni di tonnellate. A queste importazioni è corrisposto un valore di oltre 8,25 miliardi di dollari, in aumento dell'88,1% sempre su base annua. Quanto alla provenienza dei volumi, a settembre l'Ue è stata ancora una volta detentrice della quota di mercato maggioritaria (51,9%), seguita dagli Stati Uniti (14,6%) e dalla CIS (11,5%).

Di seguito, le principali fonti per l’import di rottame in Turchia nel periodo gennaio-settembre.

 

Volumi di importazione 

Gennaio-settembre 2021

(1.000/ton)

Var. annua (%)

US

2.748

-19,3

UE

9.787

+19,3

CIS

2.160

+20,6

UK

1.837

+10,0

Altre

2,322

+110,7

Totale

18.853

+16,6

Il numero di ordini per le spedizioni di ottobre non dovrebbe essere dissimile da quello di settembre, mentre il dato cumulato registrerà un aumento su base annua dato che il volume totale delle importazioni è già superiore a quello dello scorso anno. Nel periodo gennaio-ottobre 2020, la Turchia aveva importato 18,09 milioni di tonnellate di rottame, mentre a ottobre 2020 l'import aveva raggiunto quota 1,92 milioni di tonnellate.

Il grafico seguente confronta le importazioni del 2020 con quelle del 2021.

Fonte: Associazione produttori siderurgici turchi (TCUD)


Ultimi articoli collegati

Turchia: l'export di vergella segna +15,6% a gennaio-ottobre

Turchia: cala il prezzo in dollari del rottame sul mercato locale

Turchia: valore dell'import ed export di acciaio in crescita a gennaio-ottobre

Giappone: esportazioni di rottame in calo del 20,3% nel periodo gennaio-ottobre

Turchia, alle stelle i prezzi in lire del rottame