Turchia: importazioni di minerale di ferro in crescita nei primi due mesi dell’anno

venerdì, 16 aprile 2021 17:41:57 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Secondo i dati diffusi dall'Istituto di statistica turco (TUIK), in Turchia le importazioni di minerale ferroso a febbraio sono ammontate a 396.938 tonnellate, dato in calo del 68,9% rispetto a gennaio e del 33,5% rispetto allo stesso mese del 2020. Il valore generato da queste importazioni è ammontato a 65,73 milioni di dollari, in calo del 59,4% rispetto al mese precedente e in crescita del 59,4% rispetto a febbraio 2020. 

Tuttavia, nei primi due mesi del 2021 le importazioni turche di minerale di ferro sono aumentate del 39,3%, ammontando a 1,67 milioni di tonnellate, mentre il valore generato dalle stesse è stato di 227,48 milioni di dollari, in aumento dell'87,4%, entrambe le variazioni su base annua. 

Nello stesso periodo, la Turchia ha importato 918.157 tonnellate di minerale di ferro (il 52,69% in più su base annua) dal Brasile. Al Brasile sono seguite la Russia con 236.958 tonnellate fornite e il Sudafrica con 172.430 tonnellate. 

Le principali fonti di importazione di minerale ferroso per la Turchia nei mesi di gennaio e febbraio sono state le seguenti:

Paese

Quantità (t)

 

 

 

 

 

 

Gen-feb 2021

Gen-feb 2020

Var. (%)

Feb 2021

Feb 2020

Var. (%)

Brasile

918.157

601.310

52,69

126.400

108.760

16,22

Russia

236.958

111.740

112,06

96.500

-

-

Sudafrica

172.430

172.929

-0,29

67.781

172.909

-60,80

Svezia

164.973

315.357

-47,69

-

150.341

-

Ucraina

155.373

-

-

80.493

-

-

Mali

25.752

-

-

25.752

-

-


Ultimi articoli collegati

Turchia: importazioni di coils a freddo in diminuzione a marzo

Turchia: importazioni di coils a caldo in forte crescita a marzo

Coils a caldo, boom delle esportazioni turche a marzo

Rottame, boom delle importazioni turche a marzo

Turchia: import di coking coal in forte crescita in gennaio-febbraio