Turchia: importazioni di minerale di ferro in calo nei primi otto mesi del 2020

venerdì, 16 ottobre 2020 15:29:43 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Secondo quanto comunicato dall’Istituto di statistica turco (TUIK), nel mese di agosto di quest'anno le importazioni di minerale di ferro in Turchia sono calate del 32,9% su base mensile e del 13,8% su base annua, attestandosi a 798.289 tonnellate. In valore l'import è ammontato a 88,83 milioni di dollari, registrando un calo del 24,9% su base mensile e una crescita del 18,5% su base annua. 

Nel corso dei primi otto mesi dell’anno, le stesse importazioni sono diminuite dell’8,4%, ammontando a 6,55 milioni di tonnellate. In valore, l'import ha raggiunto i 645,06 milioni di dollari, registrando un calo del 14,5% rispetto allo stesso periodo del 2019. 

Nel periodo in esame la Turchia ha importato 3,56 milioni di tonnellate di minerale di ferro dal Brasile, volume in calo del 5,25% annuo. A seguire vi sono state le importazioni dalla Svezia, pari a 1,48 milioni di tonnellate (+23,36%). 

Di seguito, l'elenco dei principali paesi fornitori di minerale di ferro per la Turchia nel periodo gennaio-agosto.

Paese 

Volume (t) 

  

  

  

  

  

  

Gen-ago 2020 

Gen-ago 2019 

Var. (%) 

Agosto 2020 

Agosto 2019 

Var. (%)

Brasile

3.555.500

3.752.361

-5,25

377.474

582.518

-35,2

Svezia

1.475.906

1.196.446

23,36

165.073

165.001

0,04

Russia

826.513

381.445

116,68

82.797

30.014

175,86

Sudafrica

344.834

505.055

-31,72

-

-

-

Ucraina

177.661

348.752

-49,06

-

29.705

-

Canada

172.943

505.213

-65,77

172.943

-

 


Ultimi articoli collegati

Turchia: importazioni di ghisa in crescita nei primi otto mesi del 2020

Coking coal, importazioni in forte crescita in Turchia ad agosto

Vergella, prima spedizione in Brasile per Kardemir

Turchia: export di vergella in calo nei primi otto mesi dell'anno

Rottame, crescono le importazioni in Turchia