Turchia: importazioni di ghisa in crescita nei primi nove mesi

lunedì, 16 novembre 2020 17:42:27 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Secondo quanto comunicato dall’Istituto di statistica turco (TUIK), nel mese di settembre di quest'anno le importazioni di ghisa in Turchia sono diminuite del 37,4% su base mensile e del 25,8% su base annua, attestandosi a 62.487 tonnellate. In valore l'import è ammontato a 21,05 milioni di dollari, registrando diminuzioni del 34,8% su base mensile e del 33,3% su base annua.   

Nel corso dei primi nove mesi dell’anno, le stesse importazioni sono cresciute del 3,9%, ammontando a 929.048 tonnellate. In valore, l'import ha raggiunto 293,90 milioni di dollari, registrando un calo del 10,3% rispetto allo stesso periodo del 2019. 

Nel periodo in esame la Turchia ha importato 505.943 tonnellate di ghisa dalla Russia, volume in contrazione del 14,39% annuo. A seguire vi sono state le importazioni dall’Ucraina, pari a 229.541 tonnellate. 

Di seguito, l'elenco dei principali paesi fornitori di ghisa per la Turchia nel periodo gennaio-settembre. 

Paese 

Volume (t) 

  

  

  

  

  

  

Gen-set 2020 

Gen-set 2019 

Var. (%) 

Settembre 2020 

Settembre 2019 

Var. (%)

Russia

505.943

590.970

-14,39

24.253

12.771

+89,91

Ucraina

229.541

139.752

+64,25

16.894

10.951

+54,27

Germania

83.425

30.843

+170,48

-

7.068

-

Brasile

77.178

101.770

-24,16

19.507

53.105

-63,27

Sudafrica

21.000

26.985

-22,18

-

300

-

Canada

10.059

-

-

-

-

-


Ultimi articoli collegati

Coking coal, importazioni in calo in Turchia a settembre

Turchia: importazioni di minerale di ferro in calo nei primi nove mesi del 2020

Turchia: alcune acciaierie aumentano i prezzi d'acquisto del rottame

Rottame, crescono le importazioni in Turchia

Turchia: in crescita produzione e consumo di acciaio nei primi nove mesi del 2020