Turchia: importazioni di ghisa in calo nel 2020

mercoledì, 10 febbraio 2021 18:25:24 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Secondo quanto comunicato dall’Istituto di statistica turco (TUIK), nel mese di dicembre 2020 le importazioni di ghisa in Turchia sono aumentate del 78,7% su base mensile ma diminuite del 62,4% su base annua, attestandosi a 69.970 tonnellate. In valore l'import è ammontato a 29,22 milioni di dollari, registrando una crescita del 112,7% su base mensile e un calo del 51,3% su base annua. 

In tutto il 2020, le importazioni di ghisa in Turchia sono calate dell’8,2% rispetto al 2019, ammontando a 1,13 milioni di tonnellate. In valore, l'import ha raggiunto 369,59 milioni di dollari, registrando un calo del 15,8%.   

Nello stesso periodo la Turchia ha importato 643.137 tonnellate di ghisa dalla Russia, volume in contrazione del 14,27% annuo. A seguire vi sono state le importazioni dall'Ucraina, pari a 271.510 tonnellate (+19,36% annuo). 

Di seguito, l'elenco dei principali paesi fornitori di ghisa per la Turchia. 

Paese

Volume (t)

 

 

 

 

 

 

2020

2019

Variazione (%)

Dicembre 2020

Dicembre 2019

Variazione (%)

Russia

643.137

750.163

-14,27

45.015

86.369

-47,88

Ucraina

271.510

227.476

19,36

24.955

63.725

-60,84

Germania

88.828

36.983

140,19

-

5.889

-

Brasile

77.178

179.183

-56,93

-

22.498

-

Canada

24.665

-

-

-

-

-

Sudafrica

21.000

34.085

-38,39

-

7.100

-


Ultimi articoli collegati

Turchia: calo delle importazioni di rottame a gennaio rispetto a dicembre

Coking coal, importazioni in calo in Turchia nel 2020

Turchia: importazioni di minerale di ferro in calo nel 2020 

Ucraina: esportazioni di ghisa in calo a gennaio

Turchia, associazione produttori di acciaio: il 2021 sarà un anno migliore del precedente