Turchia: importazioni di coils laminati a caldo in calo a gennaio

venerdì, 15 marzo 2019 10:26:37 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Secondo i dati riportati dall’istituto di statistica turco (TUIK), in Turchia le importazioni di coils laminati a caldo a gennaio 2019 sono calate del 23,5% su base annua ma sono cresciute del 75,4% rispetto a dicembre 2018, ammontando a 284.705 tonnellate. Il valore da esse generato è ammontato a 159,3 milioni di dollari, in aumento del 70,2% su base mensile e in calo del 24,2% su base annua.

Nello stesso mese, la Turchia ha importato 171.262 tonnellate di coils laminati a caldo, il 18,9% in più su base annua, dalla Russia, principale fonte di importazione di HRC per il paese, cui è seguita l’Olanda con 31.291 tonnellate fornite.

Le principali fonti di importazione di coils laminati a caldo per la Turchia nel mese di gennaio sono state le seguenti:

Paese

Quantità (t)

 

 

 

Gennaio 2019

Gennaio 2018

Variazione (%)

Russia

171.262

144.002

18,93

Olanda

31.291

35.077

-10,79

Brasile

27.224

3.695

636,78

Ucraina

25.420

45.220

-43,79

Francia

15.818

40.783

-61,21

Romania

7.905

7.758

1,89

Belgio

3.014

5.387

-44,05


Ultimi articoli collegati

Ministro Gualtieri: «Ilva resti con un azionista di maggioranza privato»

Produzione argentina di acciaio grezzo in calo a dicembre e nel 2019

Coils a caldo, possibili sconti sui prezzi da parte dei produttori turchi per l'Italia

ArcelorMittal annuncia lo stato di forza maggiore in Francia