Turchia: importazioni di coils a freddo in calo nel primo trimestre

giovedì, 16 maggio 2019 12:13:07 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Secondo i dati ufficiali nel mese di marzo le importazioni di coils laminati a freddo (CRC) in Turchia si sono attestate a 55.181 tonnellate, in aumento del 30,7% rispetto al mese precedente e in calo del 26,9% su base annua.

Nel corso dei primi tre mesi dell’anno le importazioni di CRC in Turchia sono ammontate a 141.006 tonnellate, in calo del 25,4% su base annua.

Il principale fornitore di CRC del paese nel primo trimestre è stata la Russia con 87.410 tonnellate, in aumento del 32,9% annuo. Nello stesso periodo la Romania ha esportato in Turchia 12.561 tonnellate di CRC.

I principali fornitori di CRC della Turchia nel primo trimestre 2019 sono stati:

Paese

Quantità (t)

 

 

 

 

 

 

Gennaio-Marzo 2019

Gennaio-Marzo 2018

Variazione annua (%)

Marzo 2019

Marzo 2018

Variazione annua (%)

Russia

87.410

65.766

32,91

37.861

35.163

7,67

Romania

12.561

17.924

-29,92

5.015

6.925

-27,58

Giappone

9.713

162

-

-

-

-

Cina

6.995

12.168

-42,51

534

-

-

Olanda

5.952

6.465

-7,94

2.346

2.017

16,31

Belgio

5.732

28.678

-80,01

2.147

9.977

-78,48


Ultimi articoli collegati

Coils, prezzi in aumento in Turchia grazie a una ripresa della domanda

EUROFER chiede alla Commissione europea un'indagine anti-sussidi sui coils a caldo turchi

Turchia: importazioni di coils a freddo in crescita nel primo trimestre

Italia prima destinazione delle esportazioni turche di coils a caldo

POSCO pianifica riduzioni della produzione per la prima volta in 12 anni