Turchia: importazioni di coils a caldo in crescita nei primi due mesi del 2018

giovedì, 12 aprile 2018 17:04:03 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Secondo i dati ufficiali, febbraio di quest’anno la Turchia ha importato 274.407 tonnellate di coils laminati a caldo (HRC), ossia il 3,14% in più su base annua e il 26,3% in meno su base mensile. Alle stesse importazioni è corrisposto un valore di 158,1 milioni di dollari, in crescita del 20,9% su base annua e in calo del 24,8% rispetto a gennaio 2018.

https://dynamic.steelorbis.com/articles/images/en/1523537434.png

Nei primi due mesi di quest’anno, le importazioni turche di HRC sono ammontate a 646.665 tonnellate, facendo registrare un incremento del 12,4% rispetto allo stesso periodo del 2017. Allo stesso tempo, in termini di valore, sono cresciute del 35,7%, a 368,4 milioni di dollari.

Di seguito sono riportate quelle che sono state le principali fonti di importazione nel periodo gennaio-febbraio:

Paese

Volume (t)

 

 

 

 

 

 

Gen-feb

2018

Gen-feb

2017

Variaz. annua (%)

Febbraio 2018

Febbraio 2017

Variaz. annua (%)

Russia

231.392

354.875

-34,80

87.388

165.796

-47,29

Ucraina

111.084

43.209

157,09

65.864

21.337

208,68

Francia

73.637

39.902

84,54

32.854

28.629

14,76

Paesi Bassi

45.721

87

-

10.645

43

-

Germania

44.110

2.100

-

22.561

1.489

1415,18

Spagna

32.996

5.453

505,10

4.957

2.264

118,95

Polonia

20.199

-

-

1.909

-

-

 

https://dynamic.steelorbis.com/articles/images/en/1523537452.png


Ultimi articoli collegati

Mercato dei coils a caldo stabile in Turchia

Coils a freddo, importazioni in crescita in Turchia nei primi sette mesi

Turchia: in calo l'import di coils a caldo nei primi sette mesi

Coils a caldo, Italia prima destinazione delle esportazioni turche in gennaio-luglio

Coils a caldo, ancora in rialzo le offerte dei produttori turchi