Turchia: importazioni di coils a caldo in calo nel 2020

lunedì, 08 febbraio 2021 18:12:13 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Secondo quanto comunicato dall'Istituto di statistica turco (TUIK), nel mese di dicembre dello scorso anno le importazioni di coils laminati a caldo in Turchia sono diminuite del 33,7% su base annua e del 3,6% su base mensile, attestandosi a 263.889 tonnellate. In valore l'import è ammontato a 149,31 milioni di dollari, registrando un aumento del 2% su base mensile e un calo del 18,5% su base annua. 

Nel 2020, le importazioni dello stesso prodotto sono calate del 7,3%, fermandosi a 3,51 milioni di tonnellate. In valore, l'import ha raggiunto 1,61 miliardi di dollari, registrando una flessione del 18,1% rispetto al 2019. 

Nel periodo in esame, la Turchia ha importato 1,21 milioni di tonnellate di coils a caldo dalla Russia, volume in calo del 22,22% in termini tendenziali. A seguire vi sono state le importazioni dall’Ucraina, pari a 641.030 tonnellate. Le importazioni dall'Italia sono calate di oltre il 40% rispetto al 2019.  

Di seguito, l'elenco dei principali paesi fornitori di coils a caldo per la Turchia.

Paese

Volume (t)

 

 

 

 

 

 

2020

2019

Variazione (%)

Dicembre 2020

Dicembre 2019

Variazione (%)

Russia

1.214.744

1.561.700

-22,22

132.248

187.220

-29,36

Ucraina

641.030

454.756

40,96

65.986

52.097

26,66

Francia

444.416

456.085

-2,56

25.631

46.302

-44,64

Giappone

331.109

154.269

114,63

22.689

19.935

13,81

Paesi Bassi

154.347

193.543

-20,25

1.270

26.678

-95,24

Corea del Sud

140.695

20.867

574,25

1.063

559

90,16

Regno Unito

121.462

111.667

8,77

-

-

-

Belgio

82.024

73.334

11,85

6.432

6.837

-5,92

Brasile

80.065

152.729

-47,58

-

24.719

-

Italia

71.046

120.201

-40,89

158

11.827

-98,66


Ultimi articoli collegati

UE, nessun dazio compensativo provvisorio sui laminati a caldo turchi

Turchia: importazioni di coils a freddo in crescita nel 2020

Turchia, associazione produttori di acciaio: il 2021 sarà un anno migliore del precedente

Turchia: export di coils a caldo in calo nel 2020, Italia prima destinazione

Importazioni di rottame in crescita in Turchia nel 2020