Turchia: importazioni di coils a caldo in calo nei primi quattro mesi

venerdì, 12 giugno 2020 12:04:42 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Secondo quanto comunicato dall’Istituto di statistica turco (TUIK), nel mese di aprile di quest'anno le importazioni di coils laminati a caldo in Turchia sono diminuite del 63,4% su base annua, mentre sono cresciute del 4,9% su base mensile, attestandosi a 106.709 tonnellate. In valore l'import è ammontato a 78,50 milioni di dollari, registrando un incremento del 2,4% su base mensile ma un calo del 65,6% su base annua.   

Nel corso dei primi quattro mesi dell’anno, le stesse importazioni sono calate del 17,5%, fermandosi a 1,03 milioni di tonnellate. In valore, l'import ha raggiunto i 467,09 milioni di dollari, registrando una flessione del 29% rispetto allo stesso periodo del 2019.   

Nel periodo in oggetto la Turchia ha importato 326.369 tonnellate di coils a caldo dalla Russia, volume in calo del 46,85% annuo. A seguire vi sono state le importazioni dall’Ucraina, pari a 172.466 tonnellate.   

Di seguito, l'elenco dei principali paesi fornitori di coils a caldo per la Turchia nel periodo gennaio-aprile.

Paese 

Volume (t) 

  

  

  

  

  

  

Genn-apr 2020 

Genn-apr 2019 

Var. (%) 

Aprile 2020 

Aprile 2019 

Var. (%)

Russia

326.369

614.051

-46,85

41.258

181.934

-77,32

Ucraina

172.466

128.703

34,00

23.492

28.905

-18,73

Francia

125.414

82.711

51,63

33.598

31.214

7,64

Paesi Bassi

80.396

132.331

-39,25

2.144

47.473

-95,48

Giappone

59.968

89

-

-

42

-

Brasile

46.710

77.888

-40,03

21.999

24.053

-8,54

Corea del Sud

46.213

1.987

-

75

711

-89,45

Romania

34.338

54.615

-37,13

5.685

26.414

-78,48

Belgio

32.277

22.700

42,19

5.611

7.844

-28,47

Italia

32.035

30.284

5,78

4.920

29.354

-83,24


Ultimi articoli collegati

Coils a caldo, i produttori turchi puntano a ulteriori aumenti di prezzo

Turchia: export di tondo in lieve crescita nel primo semestre

Turchia: in crescita l'import di coils a freddo nei primi cinque mesi

Turchia: in calo l'import di coils a caldo nei primi cinque mesi

Italia prima destinazione di coils a caldo turchi nei primi cinque mesi