Turchia: import di ghisa in calo nel primo trimestre

martedì, 21 maggio 2019 14:49:56 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Secondo quanto comunicato dall’Istituto di statistica turco (TUIK), a marzo 2019 le importazioni di ghisa sono ammontate a 102.891 tonnellate, dato in calo del 35% su base annua e del 20,2% rispetto a febbraio. Il valore totale generato da queste importazioni è calato del 37,5% su base annua e del 19,2% su base mensile, ammontando a 37,4 milioni di dollari.

Le importazioni di ghisa sono invece ammontate a 859.296 tonnellate nei primi tre mesi del 2019, scendendo del 23,4% su base annua, mentre il valore generato da queste importazioni è ammontato a 119 milioni di dollari, in calo del 25,7%, sempre su base annua.

Nello stesso periodo, la Turchia ha importato 258.004 tonnellate di ghisa dalla Russia, dato in aumento del 3,57% su base annua. La Russia è stata la principale fonte di ghisa, seguita dall’Ucraina, che ha fornito alla Turchia 49.736 tonnellate, in calo del 54% su base annua.

Le principali fonti di importazioni di ghisa in Turchia da gennaio a marzo sono state le seguenti:

Paese

Quantità (t)

 

 

 

 

 

 

Gennaio-Marzo 2019

Gennaio- Marzo 2018

Variazione (%)

Marzo 2019

Marzo 2018

Variazione (%)

Russia

258.004

249.100

3,57

94.843

87.119

8,87

Ucraina

49.736

108.111

-54,00

7.950

25.840

-69,23

Germania

9.137

6.073

50,45

-

2.147

-

Sudafrica

8.000

9.000

-11,11

-

-

-


Ultimi articoli collegati

Cina: prezzi di cromo e ferrocromo – settimana 4

In calo le importazioni statunitensi di tubi strutturali a novembre

Coils zincati a caldo, stabili le offerte indiane

Coils a caldo, possibili sconti sui prezzi da parte dei produttori turchi per l'Italia

ArcelorMittal annuncia lo stato di forza maggiore in Francia