Turchia: import di coking coal in crescita a gennaio

giovedì, 18 marzo 2021 18:26:18 (GMT+3)   |   Istanbul
       

A gennaio di quest'anno le importazioni di coking coal in Turchia sono cresciute del 15,7% su base mensile e del 54% su base annua, attestandosi a 656.404 tonnellate. È quanto si apprende attraverso gli ultimi dati dell'Ufficio di statistica turco (TUIK). In valore, l'import ha generato 75,03 milioni di dollari, registrando incrementi del 17,4% su base mensile e del 43,1% su base annua. 

 

Sempre a gennaio, il principale fornitore di coking coal per la Turchia è stata l'Australia con 243.634 tonnellate, seguita dagli Stati Uniti con 162.858 tonnellate.

Di seguito, l'elenco dei principali fornitori di coking coal per la Turchia nel mese di gennaio.

Paese

Volume (t)

 

 

 

Gennaio 2021

Gennaio 2020

Variazione (%)

Australia

243.634

-

-

USA

162.858

304.236

-46,47

Canada

95.869

87.997

8,95

Russia

95.017

34.086

178,76

Colombia

59.026

-

-


Ultimi articoli collegati

Turchia: importazioni di coils a freddo in diminuzione in gennaio-febbraio

Turchia: export di tondo in aumento in gennaio-febbraio

Rottame, in gennaio-febbraio aumento dei volumi importati in Turchia

Turchia: importazioni di minerale ferroso in forte crescita a gennaio

Produttori siderurgici turchi: nessuna crescita improvvisa dell'import cinese di rottame