Turchia: export di coils a caldo in calo nel 2020, Italia prima destinazione

venerdì, 05 febbraio 2021 15:58:25 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Nel 2020 la Turchia ha esportato 2,59 milioni tonnellate di coils laminati a caldo, dato in diminuzione del 15,6% rispetto all'anno precedente, mentre il valore delle stesse esportazioni è calato del 23% a 1,21 milioni di dollari secondo quanto comunicato dall'istituto di statistica turco (TUIK). La principale destinazione è stata l'Italia con 897.996 tonnellate, dato che tuttavia ha fatto segnare un calo del 13,53% su base annua. 

A dicembre 2020 le esportazioni turche di HRC sono ammontate a 223.299 tonnellate, facendo registrare una crescita del 46,6% rispetto a novembre 2020 ma un calo del 2,8% rispetto a dicembre 2019. Il valore generato dalle stesse esportazioni è ammontato a 120,10 milioni di dollari, dato in crescita del 57,9% su base mensile e del 20,1% su base annua.

Di seguito, i dati relativi alle principali dieci destinazioni dei coils a caldo. 

Paese  

Volume (t)  

  

  

  

  

  

  

2020 

2019 

Variazione (%) 

Dicembre 2020 

Dicembre 2019 

Variazione (%) 

Italia

897.996

1.038.462

-13,53

71.295

66.917

6,54

Egitto

357.345

277.929

28,57

18.765

53.340

-64,82

Spagna

323.605

590.059

-45,16

10.413

69.767

-85,07

Bulgaria

152409

125.174

21,76

2.048

-

-

Pakistan

115.624

57.077

102,58

-

108

-

Portogallo

106.234

194.217

-45,30

39.735

6.330

527,73

Sudafrica

95.288

15.059

532,76

37.084

4.385

745,70

Cina

92.007

-

-

-

-

-

Grecia

86.164

103.980

-17,13

7.089

6.822

3,91

Belgio

72.490

127.594

-43,19

5.315

-

-


Ultimi articoli collegati

Turchia: i prezzi dei coils a caldo tornano sopra gli 800 $/t

UE, nessun dazio compensativo provvisorio sui laminati a caldo turchi

Turchia: importazioni di coils a freddo in crescita nel 2020

Turchia, associazione produttori di acciaio: il 2021 sarà un anno migliore del precedente

Turchia: importazioni di coils a caldo in calo nel 2020