Turchia: aumento dell'import di billette nei primi cinque mesi

lunedì, 13 luglio 2020 14:51:05 (GMT+3)   |   Istanbul
       

A maggio di quest'anno le importazioni di billette e blumi in Turchia sono cresciute dell’85% su base mensile ma calate del 14,3% su base annua, attestandosi a 121.786 tonnellate. È quanto si apprende dagli ultimi dati dell'Ufficio di statistica turco (TUIK). In valore, l'import ha generato 47,9 milioni di dollari, registrando una crescita del 56,7% su base mensile ma un calo del 33,4% su base annua.

Nei primi cinque mesi del 2020 la Turchia ha importato 650.389 tonnellate di billette, dato in crescita del 2,4% annuo, mentre il valore delle stesse importazioni è calato dell’11,8% a 282,71 milioni di dollari. 

Nel periodo in oggetto la Turchia ha importato 350.925 tonnellate di billette e blumi dalla Russia, dato che ha fatto segnare una flessione del 12,48% su base annua. La seconda fonte di importazioni è stata l’Ucraina con 237.288 tonnellate.  

Di seguito, l'elenco dei principali paesi fornitori di blumi e billette per la Turchia nei primi cinque mesi del 2020.

Paese 

Volume (t) 

  

  

  

  

  

  

Gennaio-maggio 2020 

Gennaio-maggio 2019 

Var. (%) 

Maggio 2020 

Maggio 2019 

Var. (%)

Russia

350.925

400.962

-12,48

71.396

82.227

-13,17

Ucraina

237.288

108.361

118,98

40.851

20.036

103,89

Libia

25.582

-

-

5.020

-

-

Georgia

17.792

41.180

-56,79

-

8.360

-

Germania

7.872

8.192

-3,91

1.597

1.596

0,06

Austria

3.382

1.077

214,02

803

924

-13,10

 


Ultimi articoli collegati

Turchia: in calo l'import di coils a caldo nei primi cinque mesi

L'Egitto esonera produttori dal dazio del 10%, impatto positivo sul segmento dei piani

Turchia: quasi terminata la quota della salvaguardia UE per tondo e vergella

Turchia: quasi terminata la quota della salvaguardia UE per tondo e vergella

Turchia: Kardemir vende oltre 60.000 tonnellate di billette