Thailandia: dazio antidumping sui coils a freddo rivestiti originari di Cina e Corea

martedì, 11 maggio 2021 12:29:17 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Il Dipartimento del Commercio Estero della Thailandia ha istituito un dazio antidumping definitivo sulle importazioni di coils laminati a freddo, placcati o rivestiti con alluminio e zinco, provenienti dalla Cina e dalla Corea del Sud. 

Il dazio resterà in vigore per cinque anni a partire dal prossimo novembre. Le aliquote del dazio ammontano al 40,77% per la Cina e al 7% e 4,27% rispettivamente per Dongkuk Steel e SeAh Coated Metal Corporation, entrambe aziende sudcoreane. Tutte le altre società sudcoreane saranno soggette a un dazio del 33,62%. 

I prodotti in questione sono classificati con i codici HS 7210.7011.032, 77210.7011.042, 7210.7011.043, 7210.7011.044, 7210.7011.090, 7210.7091.020, 7210.7091.030, 7210.7091.040, 7210.7091.090, 7212.4011.090, 7212.4012.090, 7212.4019.090, 7212.4091.090, 7212.4092.090, 7212.4099.090, 7225.9990.072, 7225.9990.073, 7225.9990.074, 7225.9990.076, 7225.9990.077, 7225.9990.078, 7225.9990.079, 7225.9990.090, 7226.9919.090 e 7226.9999.090.


Ultimi articoli collegati

Coils a caldo, nuovo rialzo dei prezzi in Turchia

Turchia: import di CRC in calo in gennaio-agosto, Italia tra i principali fornitori

Malaysia: dazi antidumping definitivi sui coils a freddo da Cina, Corea e Vietnam

NLMK, avviate le consegne di acciai zincati dotati di un nuovo rivestimento

Giappone: esportazioni di acciaio a +3,6% nel periodo gennaio-agosto