Ternium: ricavi in diminuzione in Messico nel secondo trimestre

venerdì, 07 agosto 2020 15:03:59 (GMT+3)   |   San Paolo
       

Il produttore siderurgico Ternium ha dichiarato che la propria divisione messicana nel secondo trimestre ha registrato ricavi pari a 851,5 milioni di dollari, in calo cioè del 38% su base annua. 

I ricavi netti nel secondo trimestre sono diminuiti anche nei segmenti "Regione meridionale" e "Altri mercati", rispettivamente del 32%, a 292,8 milioni di dollari, e del 37%, a 546,4 milioni.

Per quanto riguarda i volumi di vendita, in Messico sono diminuiti del 25% a 1,17 milioni di tonnellate, nella Regione meridionale sono calati del 32% a 343.800 tonnellate, mentre negli Altri mercati sono scesi del 26% a 930.700 tonnellate

Ternium ha dichiarato che ad oggi le acciaierie in Messico si stanno avvicinando ai «normali tassi di produzione» e che «gli altiforni in Brasile e Argentina hanno aumentato significativamente la produzione rispetto ai livelli minimi raggiunti nel secondo trimestre a causa dell’epidemia che ha ridotto la domanda di acciaio». 


Ultimi articoli collegati

Messico indaga sull'import di bramme da Brasile e Russia

Messico riesamina il dazio in vigore sulla vergella ucraina

Messico: nuova indagine sull'import di lamiere in acciaio da tre paesi

Vale chiude definitivamente un impianto di manganese

Altos Hornos de México e Villacero rimandano la decisione su una possibile fusione