Tata Steel, firmati accordi per la vendita di asset asiatici a HBIS Group

martedì, 29 gennaio 2019 10:52:58 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Il colosso siderurgico indiano Tata Steel ha annunciato che la sua controllata T S Global Holdings Pte. Ltd. (TSHP) ha firmato degli accordi per la cessione del proprio intero pacchetto azionario in NatSteel Holdings Pte. Lts (NSP), situata a Singapore, e in Tata Steel Thailand Public Company (TSTH). La società acquirente è partecipata per una quota del 70% dal produttore siderurgico statale cinese HBIS Group Co. Ltd.

La vendita dovrebbe essere completata in un periodo compreso fra i tre e i quattro mesi.

HBIS Group è nato il 30 giugno 2008 da una fusione tra Tangshan Iron and Steel Group e Handan Iron and Steel Group, entrambi situati nella provincia dello Hebei, ed è divenuto uno dei maggiori produttori mondiali di acciaio. È tra i principali fornitori di acciaio per i settori degli elettrodomestici e dell’automotive in Cina; fornisce inoltre prodotti siderurgici ai settori dell’energia nucleare, dell’ingegneria marina, dei ponti e delle costruzioni.


Ultimi articoli collegati

Tata Steel, fatturato in calo nell'anno fiscale 2019/20

Giappone: calo delle esportazioni di acciaio a maggio

Tata Steel, i lavoratori di IJmuiden sospendono lo sciopero

Tata Steel Europe disposta a negoziare per porre fine allo sciopero a IJmuiden

Continuano gli scioperi presso Tata Steel nei Paesi Bassi