Tata Steel Europe introduce un "carbon surcharge" sui contratti in Europa e Regno Unito

martedì, 13 aprile 2021 15:47:37 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Tata Steel Europe, divisione europea del produttore indiano Tata Steel, prevede di implementare un "carbon surcharge" su tutte le prossime vendite di prodotti siderurgici in Europa e Regno Unito, al fine di compensare il costo delle quote di emissioni di carbonio. Il sovrapprezzo ammonterà a 12 €/t. Ad aprile di quest'anno il costo delle quote di emissione dell'UE ha superato i 40 €/t. 

La decisione rappresenta un qualcosa di inedito per il mercato siderurgico europeo, ma è in linea con l'obiettivo della società di ridurre le emissioni di carbonio del 40% entro il 2030 e di raggiungere la carbon neutrality entro il 2050. 

Secondo il resoconto annuale della società, le emissioni di carbonio di Tata Steel Europe per tonnellata di acciaio grezzo sono state 1,98 tonnellate nel 2019/20, mentre il costo delle emissioni è ammontato a quasi 12 €/t. 


Ultimi articoli collegati

Veicoli commerciali: in UE +12,4% di immatricolazioni a giugno

Primo trimestre da record per Liberty Steel Newport

Canada apre indagine antidumping sugli OCTG importati dall'Austria

Francia: import/export di acciaio in crescita in gennaio-maggio

Coils a caldo, entra in vigore nell'Ue il dazio antidumping contro la Turchia