Svezia: LKAB punta a riavviare le attività nella miniera di Mertainen

giovedì, 18 febbraio 2021 18:43:06 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Il produttore di minerale di ferro svedese LKAB ha dichiarato che per il prossimo autunno prevede di riprendere le attività presso la miniera di Mertainen, nelle vicinanze di Svappavaara, per un periodo di circa sei mesi. L'incremento della domanda di minerale ferroso grezzo, infatti, ha spinto la società a voler aumentare la produzione di minerale allo scopo di creare scorte. La necessità di riprendere le attività presso il giacimento di Mertainen è motivata dal fatto che la produzione presso la miniera di Kurina è sospesa dallo scorso maggio a causa di un terremoto. 

Niclas Svanelöv, section manager per l'estrazione mineraria a Svappavaara, ha affermato che la società accumulerà «scorte di minerale grezzo che serviranno da riserva per rifornire i nostri impianti di pellettizzazione. Per produrre 1 milione di tonnellate di minerale grezzo, dovremo estrarre 1,5 milioni di tonnellate di minerale». 

Secondo LKAB, la società gode già dei permessi minerari necessari, tuttavia dovranno essere effettuati ulteriori accertamenti sullo stoccaggio prima di avviare la produzione mineraria.  

La decisione della società di preparare Mertainen per l'estrazione risale al 2010, quando i prezzi del fine ore erano elevati. Dopo un prolungamento dei tempi per l'ottenimento delle autorizzazioni necessarie, il mercato era ormai cambiato, e LKAB non aveva più considerato profittevole un riavvio della produzione fino ad oggi. 


Ultimi articoli collegati

Germania: in crescita a gennaio il prezzo del minerale ferroso importato

Sudafrica: produzione di minerale ferroso in aumento tra novembre e dicembre

Turchia: importazioni di minerale di ferro in calo nel 2020 

Italia seconda destinazione dell'export ucraino di ferroleghe a gennaio

Ucraina: cresce a gennaio la produzione di concentrato di minerale di Southern GOK