SMS group acquisisce il restante 40,8% di Paul Wurth

giovedì, 22 aprile 2021 18:16:29 (GMT+3)   |   Brescia
       

Il produttore tedesco di impianti SMS group ha annunciato di aver «acquisito il restante 40,8% di Paul Wurth S.A.», ovvero «azioni che in precedenza erano detenute dallo stato del Lussemburgo e da istituti di credito statali». SMS è diventato quindi l'unico proprietario dell'attività "plant engineering" di Paul Wurth, «rafforzando le proprie competenze nella metallurgia e nella tecnologia a idrogeno».

Il sito lussemburghese, spiega SMS, «verrà ampliato per diventare il centro di ricerca e sviluppo del gruppo per la decarbonizzazione e il riciclaggio». La gamma di servizi in futuro includerà: tecnologie per la riduzione delle emissioni di CO2 nelle acciaierie esistenti; riduzione diretta del minerale ferroso senza CO2 e basata sull'idrogeno; tecnologie Power-To-X per la produzione di combustibili sintetici e prodotti a valle. Inoltre, «i team di esperti internazionali di SMS e Paul Wurth continueranno a lavorare per espandere l'offerta di prodotti e servizi lungo l'intera filiela dell'industria di trasformazione dei metalli».

Nell'ambito dell'operazione, è stata anche stipulata una partnership strategica con la University of Luxembourg per rafforzare la ricerca e lo sviluppo delle tecnologie a idrogeno presso il sito lussemburghese. Col supporto finanziario di Paul Wurth, l'Università ha già istituito una cattedra per la tecnologia dei processi energetici. 

Le attività immobiliari di Paul Wurth in Lussemburgo saranno trasferite a una nuova società partecipata dagli azionisti pubblici lussemburghesi e da SMS.

Georges Rassel, CEO di Paul Wurth S.A., ha affermato che «l'"acciaio verde" rappresenta un'enorme trasformazione per i nostri clienti. SMS e Paul Wurth stabiliscono standard tecnologici nell'industria dell'acciaio da 150 anni e hanno già lavorato insieme con grande successo negli ultimi anni. Unendo le nostre competenze, stiamo assicurando che SMS e Paul Wurth rimangano sinonimo di soluzioni innovative e sostenibili». Secondo Edwin Eichler, presidente di SMS Group GmbH, «nei prossimi decenni le tecnologie di decarbonizzazione sostituiranno i tradizionali altiforni e le cokerie nelle acciaierie integrate. Di conseguenza, il bilancio energetico dell'acciaieria dovrà essere ripensato e riorganizzato. I nostri clienti richiederanno soluzioni completamente integrate per realizzare questo cambiamento».


Ultimi articoli collegati

Assofermet: soddisfazione per la proroga dei nuovi controlli radiometrici

Germania: il governo annuncia nuovi investimenti per ridurre le emissioni del settore siderurgico

USA: DOC abbassa dazio sui tubi meccanici trafilati a freddo di Dalmine

UE: il settore edilizio frena a febbraio

Italia: forte crescita della produzione di acciaio grezzo a marzo