Russia annuncia modifiche alla tassa sull'estrazione dei minerali

venerdì, 17 settembre 2021 13:19:31 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Le autorità russe hanno annunciato l'intenzione di rivedere la tassa sull'estrazione dei minerali per i produttori locali di minerale di ferro, carbone da coke e fertilizzanti al fine di "riequilibrare" il bilancio statale. Secondo i media locali, l'aliquota della tassa in questione dovrebbe essere aumentata dal 3,5 percento a circa il 10 percento, tuttavia il provvedimento non è ancora stato ufficialmente approvato.

In seguito, è probabile che la tassa sull'estrazione dei minerali, collegata all'andamento dei prezzi globali, vada a sostituire i dazi sulle esportazioni. Questi ultimi sono stati istituiti dal governo russo lo scorso giugno al fine di contenere gli aumenti di prezzo sul mercato domestico. 


Ultimi articoli collegati

Metalloinvest, contratto con Primetals per un impianto HBI da 600 milioni di dollari

Severstal: in gennaio-settembre produzioni in crescita, vendite di semilavorati quadruplicate

BHP Billiton apre ufficialmente la miniera di South Flank

NLMK, avviate le consegne di acciai zincati dotati di un nuovo rivestimento

Russia: nuovo accordo tra TMK e Sakhalin Energy