Rodacciai premia i dipendenti per i risultati del 2018

lunedì, 15 luglio 2019 12:10:52 (GMT+3)   |   Brescia
       

A seguito dei risultati positivi conseguiti nel 2018, Rodacciai, azienda con sede a Bosisio Parini (LC), ha deciso di premiare i propri dipendenti un contributo sul welfare di 300 euro a testa. Questi andranno ad aggiungersi a quanto già previsto dal premio di risultato.

«Se un'azienda va bene, è merito anche delle sue risorse umane. Condividere con chi, tutti i giorni, lavora in Rodacciai la soddisfazione per i positivi risultati raggiunti significa anche, per l'azienda e per la proprietà, dare valore economico all'impegno profuso». Così Mauro Califano, direttore delle risorse umane, all'indomani della sottoscrizione dell'accordo tra l'azienda e le organizzazioni sindacali riguardante lo stanziamento aggiuntivo sui risultati dello scorso anno. L'accordo riguarda i lavoratori di Bosisio Parini e di Sirone. 

Rodacciai fa parte del Gruppo Rodasteel, al cui interno figura anche Olarra, storica acciaieria spagnola specializzata nella produzione di acciai inossidabili. Rodacciai produce una vasta gamma di acciai: automatici, da cementazione, da bonifica, da tempra superficiale, inossidabili e da saldatura. A Sirone, Rodacciai dispone di un laminatoio volto alla lavorazione degli acciai necessari al fabbisogno interno. 

Il gruppo nel 2018 ha venduto 352.000 tonnellate di acciai speciali e registrato ricavi netti pari a 632 milioni di euro (contro i 526,7 dell'anno precedente). Il miglioramento è stato attribuito in parte all'aumento del prezzo medio rispetto al 2017, in parte ai maggiori volumi di vendita. Il margine operativo lordo (EBITDA) è stato di 70,3 milioni di euro (11,3% sul fatturato), in crescita del 29,8% rispetto al 2017.

Stefano Gennari


Ultimi articoli collegati

Russia: al via le richieste per l'import di coils a caldo

Ancora in diminuzione la produzione turca di acciaio grezzo

In settembre cala la produzione di tondo e vergella cinese

Cina: produzione di coils a caldo e freddo in aumento

USA: import di barre finite a freddo in aumento ad agosto, Italia primo fornitore