Regole più severe sulla spedizione dei rifiuti, EUROFER chiede un monitoraggio più forte per i paesi OCSE

venerdì, 02 dicembre 2022 15:55:53 (GMT+3)   |   Istanbul
       

La commissione per l'ambiente dell'UE ha adottato norme più severe sulle spedizioni di rifiuti. Di conseguenza, la Commissione europea svilupperà criteri uniformi per la classificazione dei rifiuti. Le esportazioni dell'UE di rifiuti destinati al recupero saranno consentite solo verso i paesi non appartenenti all’OCSE che dimostreranno la loro capacità di trattare tali rifiuti in modo sostenibile. La commissione monitorerà inoltre più da vicino le esportazioni di rifiuti verso i paesi dell'OCSE per garantire che gestiscano i rifiuti in modo rispettoso dell'ambiente.

EUROFER ha affermato che le modifiche apportate al regolamento sulle spedizioni di rifiuti soddisfano gli standard ambientali e sociali, sebbene sia necessario un monitoraggio più forte per i paesi dell'OCSE per evitare di indebolire l'efficacia delle misure.

Di conseguenza, sono assolutamente necessarie procedure di monitoraggio più rigorose con valutazione a livello nazionale per i paesi OCSE e un sistema di audit per garantire che il nuovo regolamento sia impermeabile, ha affermato EUROFER. Axel Eggert, direttore generale di EUROFER, ha affermato che l'UE non dovrebbe esportare i propri rifiuti verso paesi terzi con standard di trattamento inferiori, come riportato in precedenza da SteelOrbis.

«Il rottame ferroso è una materia prima seconda preziosa ed essenziale per la decarbonizzazione dell'industria siderurgica. Non ha alcun senso spostare i rifiuti all'estero quando il riciclaggio dei rifiuti metallici - in cui il settore siderurgico europeo svolge un ruolo centrale - rimane fondamentale per raggiungere gli obiettivi dell'economia circolare e delle emissioni di carbonio nell'UE. Il fabbisogno di rottame del nostro settore aumenterà rapidamente nei prossimi anni, poiché i progetti riguardanti l’acciaio verde da implementare entro il 2030 richiederanno molto più rottame», ha affermato Eggert.

Secondo la dichiarazione, il rottame è il rifiuto più esportato dall'UE. Tuttavia, è un materiale prezioso che potrebbe essere riciclato in nuovo acciaio. Per ogni tonnellata di rottame di acciaio riciclato si ottiene un risparmio di 1,5 tonnellate di carbonio, e nel caso del rottame di acciaio inossidabile questo risparmio è ancora maggiore, arrivando a circa 5 tonnellate di carbonio. Il riciclaggio del rottame è quindi importante per l'UE per raggiungere gli obiettivi di decarbonizzazione e risparmio energetico.


Articolo precedente

EUROFER chiede all’UE di includere i rottami nell’elenco delle materie prime critiche

27 gen | Notizie

Giappone, scendono le esportazioni di rottami nel 2022

27 gen | Notizie

Rottame: in Turchia leggero aumento dei prezzi in un altro accordo dagli USA

26 gen | Rottame e materie prime

Stabile il mercato locale del rottame in Italia

26 gen | Rottame e materie prime

Rottame: Turchia acquista rottame dall’UE a 407 $/t CFR, quotazioni deep sea ancora in aumento

26 gen | Rottame e materie prime

India, import rottame: attività in calo, scendono i prezzi

25 gen | Rottame e materie prime

Rottame statunitense: in aumento il numero di trattative in Turchia, i prezzi rimangono stabili

24 gen | Rottame e materie prime

Rottame, dagli Stati Uniti accordo della scorsa settimana concluso a 410 $/t CFR

23 gen | Notizie

Pakistan, rottame: in calo le importazioni a dicembre

20 gen | Notizie

Messico, rottame: in aumento il valore delle importazioni a novembre

19 gen | Notizie