Nippon Steel teme il sorpasso da parte dei competitor cinesi

venerdì, 28 agosto 2020 15:29:10 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Katsuhiro Miyamoto, vicepresidente esecutivo della giapponese Nippon Steel Corporation, ha affermato che i produttori siderurgici giapponesi, abituati a produrre acciai di alta qualità, non sono mai stati in forte competizione con la Cina. Ora, tuttavia, le cose stanno cambiando. Recentemente, fattori come l'intenzione dei produttori cinesi di puntare a tecnologie all'avanguardia e il fatto che l'economia cinese si stia riprendendo più velocemente di altre dalla crisi dovuta alla pandemia hanno spinto il vicepresidente di Nippon Steel a dichiarare: «Dobbiamo restare davanti a loro». 

Secondo Miyamoto, le acciaierie cinesi sono sostenute da una forte domanda interna che consente loro di investire maggiori capitali nello sviluppo di nuovi prodotti. Mentre la Cina sta registrando volumi di produzione record, i volumi di vendita di Nippon Steel e di altre acciaierie giapponesi sono ancora influenzati dagli effetti della pandemia. A causa della debolezza della domanda, Nippon Steel ha fermato alcuni suoi altiforni che difficilmente verranno riavviati prima di marzo, a meno che non si assista a una rapida ripresa della domanda. 

È stato registrato un rafforzamento della rchiesta e dei prezzi del minerale di ferro in Cina sia per effetto dei volumi record di produzione cinese sia a causa delle tensioni sino-australiane che hanno provocato la congestione delle navi di minerale di ferro in entrata nei porti cinesi. Tuttavia, con l'aumento della produzione, i prezzi del minerale di ferro dovrebbero indebolirsi. 


Ultimi articoli collegati

Nippon Steel progetta una svolta "green" nella produzione

Wordsteel: domanda di acciaio in crescita in Cina, in calo nel resto del mondo

Crescita dell'export di rottame dal Giappone nei primi otto mesi dell’anno

Nippon Steel riavvierà un altoforno entro fine anno

Cina: nel 2021 la ripresa dell'import di rottame influenzerà il mercato della ghisa