Nippon Steel abbassa la stima di perdita per il 2020/21

lunedì, 08 febbraio 2021 13:35:23 (GMT+3)   |   Istanbul
       

L'azienda siderurgica giapponese Nippon Steel ha comunicato di aver riportato una perdita netta di 116,48 miliardi di yen (1,10 miliardi di dollari) nei primi nove mesi dell'anno fiscale 2020/21, terminato il 31 dicembre 2020. Nello stesso periodo dell'anno precedente Nippon Steel aveva registrato una perdita netta di 351,56 miliardi di yen. Le vendite nette, sempre nei primi nove mesi del 2020/21, si sono attestate a 3,45 trilioni di yen (32,66 miliardi di dollari), scendendo del 22,9% rispetto ai 4,47 trilioni di yen registrati nello stesso periodo del 2019/20.

Nel periodo ottobre-dicembre (terzo trimestre dell'anno fiscale), Nippon Steel ha prodotto 8,47 milioni di tonnellate di acciaio grezzo (-10,1% su base annua), mentre le sue spedizioni sono ammontate a 7,93 milioni di tonnellate (-10,9%). La società, dopo aver riavviato tre dei suoi cinque altiforni, prevede una crescita di produzione fino a 10,10 milioni di tonnellate nel quarto trimestre e fino a 33,20 milioni di tonnellate nell’intero anno finanziario 2020/21.

Nippon Steel prevede che la domanda mostrerà una ripresa superiore alle aspettative nella seconda metà dell'anno fiscale in corso. La società pertanto ha ridotto la perdita prevista nell'intero anno finanziario 2020/21 (che terminerà il 31 marzo 2021) da 170 miliardi di yen a 120 miliardi di yen. La perdita prevista è attribuita al calo sia della produzione sia delle spedizioni dovuto a sua volta all'impatto negativo della pandemia di coronavirus.


Ultimi articoli collegati

Nippon Steel aumenterà investimenti in ricerca e sviluppo per decarbonizzare

Giappone: calo delle esportazioni di acciaio a gennaio

Produzione di acciaio grezzo in calo in Giappone a gennaio

Giappone: nel 2020 calo del consumo di prodotti siderurgici

BHP Billiton sigla memorandum d'intesa con JFE Steel per ridurre le emissioni