Moody's: una Brexit senza accordo danneggerebbe i produttori di automobili

mercoledì, 13 marzo 2019 12:19:39 (GMT+3)   |   Istanbul
       

L’agenzia internazionale di rating del credito Moody’s ha dichiarato che l’industria globale dell’automotive sarebbe influenzata da una Brexit senza accordo, data la notevole capacità di produzione da parte dei produttori di veicoli del Regno Unito, della Germania e del Giappone nel paese anglosassone.

“La produzione britannica di queste case automobilistiche è altamente interconnessa con l'UE, pertanto una Brexit senza accordo creerebbe un significativo impatto negativo attraverso vari canali, provocando in particolare la cessazione del commercio di automobili esente da dazi con i paesi dell'UE. In un tale scenario, i veicoli prodotti nel Regno Unito e importati nell’UE sarebbero soggetti ad una tariffa del 10%, in linea con i dazi attualmente pagati dai paesi extra-europei”, ha affermato Motoki Yanase, vice presidente e senior credit officer di Moody’s.

Inoltre, secondo l’agenzia di credito, tempo e documentazione aggiuntivi per soddisfare le normative doganali potrebbero significare per le case automobilistiche un aumento dei livelli di scorte, mentre una maggiore disoccupazione nel Regno Unito, che rifletterebbe il danno economico derivante da una Brexit “senza accordo”, provocherebbe pressioni salariali dovute alla minore migrazione dall'UE.


Tags:
Regno Unito , quote e dazi , opinioni , Unione Europea | articoli simili »