Messico: l'indagine USA sull'import di acciai strutturali non mette a rischio l'USMCA

mercoledì, 10 luglio 2019 15:08:48 (GMT+3)   |   San Diego
       

Dopo che il Dipartimento del Commercio (DOC) statunitense ha comunicato l’avvio di un’indagine sul dazio compensativo applicato alle importazioni di acciai strutturali originari del Messico e della Cina, il presidente messicano Andres Manuel Lopez Obrador ha dichiarato che tale inchiesta non influirà sul nuovo accordo commerciale USMCA tra Stati Uniti, Messico e Canada. Secondo Reuters, Obrador ha inoltre affermato che non vi è alcuna connessione tra l’indagine e le recenti minacce di nuove tariffe da parte di Trump. Obrador in ogni caso si riunirà con i membri del suo esecutivo per discutere della questione.

«Le sovvenzioni americane sull'acciaio sfavoriscono alcune società private messicane – ha affermato il vice ministro degli esteri del Messico –, non l’intera industria siderurgica». Tuttavia, secondo il vice ministro «le tariffe americane sugli acciai strutturali dal nostro paese costituiscono un “nuovo problema” e lo Stato dovrà attivarsi a sostegno dei suoi produttori siderurgici».


Ultimi articoli collegati

DOC USA pubblica risultati definitivi della revisione sulla vergella messicana

DOC USA prevede rinnovo dazi per PC strand proveniente da sei paesi

USA: confermati i dati sui tubi rettangolari a parete sottile

USA: in arrivo dazi sulle graffette importate dalla Cina

USA: Corte Suprema respinge contestazione dell'AIIS contro la Sezione 232