Messico: la tariffa del 15% sull'import non sarà rinnovata

mercoledì, 06 febbraio 2019 13:00:27 (GMT+3)   |   San Paolo
       

Il Messico ha rifiutato di rinnovare la tariffa del 15% sulle importazioni di determinati prodotti siderurgici dalla Cina e da altri paesi con cui il paese non ha accordi commerciali, nonostante il parere contrario avanzato a fine gennaio dall’associazione siderurgica locale Canacero.

Il dazio del 15%, che scadrà il 31 gennaio, riguarda le importazioni di bramme, coils laminati a freddo, coils a caldo, lamiere pesanti e vergella; era stato introdotto nell’ottobre 2015 per un periodo di sei mesi, per poi essere rinnovato svariate volte.

Secondo quanto riferito dall’agenzia di stampa statale Notimex, la confederazione dei lavoratori messicani (CTM) ha sollecitato i sindacati ad unirsi nella lotta alle importazioni da essa definite “sovvenzionate”.

Un sindacato metalmeccanico legato al settore dell’acciaio ha dichiarato che è necessario che le società e i lavoratori si presentino al segretariato dell’economia messicano per esporre il proprio punto di vista e le conseguenze derivanti dal mancato rinnovo della tariffa.


Ultimi articoli collegati

Cina: prezzi di cromo e ferrocromo – settimana 4

In calo le importazioni statunitensi di tubi strutturali a novembre

Coils zincati a caldo, stabili le offerte indiane

Coils a caldo, possibili sconti sui prezzi da parte dei produttori turchi per l'Italia

ArcelorMittal annuncia lo stato di forza maggiore in Francia