Mechel, volumi di produzione e vendita in ripresa in gennaio-settembre

lunedì, 23 novembre 2020 17:00:01 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Mechel, uno dei principali gruppi minerari e siderurgici russi, ha annunciato i risultati di produzione e di vendita per il terzo trimestre e i primi nove mesi del 2020. La società ha dichiarato che il terzo trimestre ha visto una ripresa delle attività commerciali in Russia e all'estero, in termini sia di domanda sia di vendite di acciaio. 

Nel terzo trimestre 2020, Mechel ha prodotto 852.000 tonnellate di acciaio grezzo, registrando un calo dell'8% rispetto al trimestre precedente. La produzione di ghisa è ammontata a 862.000 tonnellate, segnando una diminuzione del 5% rispetto al trimestre precedente, a causa della ristrutturazione degli impianti dello stabilimento di Chelyabinsk. La produzione di carbone è ammontata a 4,27 milioni di tonnellate, registrando un calo del 7% su base trimestrale. Nei primi nove mesi dell'anno la società ha prodotto 2,65 milioni di tonnellate di acciaio grezzo (-3% su base annua), 2,65 milioni di tonnellate di ghisa (+5%) e 13,13 milioni di tonnellate di carbone (+29%). 

Nel terzo trimestre le vendite di coking coal concentrato sono ammontate a 1,43 milioni di tonnellate, segnando una contrazione del 12% rispetto al trimestre precedente, a causa di un crollo delle spedizioni sul mercato interno. L'azienda ha reinderizzato i volumi verso i più redditizi mercati asiatici. Nei primi nove mesi del 2020 le vendite di coking coal sono ammontate a 4,49 milioni di tonnellate (+5%). Di queste, le vendite a terze parti sono salite del 7%, a 3,24 milioni di tonnellate.

Le vendite di carbone termico hanno raggiunto 1 milione di tonnellate nel terzo trimestre (+2% su base trimestrale) e 2,86 milioni di tonnellate nel periodo gennaio-settembre (+16% su base annua). 

Nel terzo trimestre dell'anno in corso le spedizioni di concentrato di minerale di ferro sono cresciute del 29% su base trimestrale ammontando a 606.000 tonnellate, per via dell'aumento di produzione presso l'impianto minerario di Korshunov la scorsa estate. Tuttavia, nei primi nove mesi le spedizioni della materia prima sono diminuite del 14% a 1,65 milioni di tonnellate. 

Nel trimestre luglio-settembre 2020, le vendite di coke della società sono aumentate del 6% su base trimestrale grazie all'incremento delle esportazioni, raggiungendo 643.000 tonnellate. Inoltre, al porto di Ust-Luga sono ancora in attesa di spedizione dei carichi di coke destinati a clienti dell'Europa centrale e orientale. Questa situazione migliorerà le dinamiche di vendita del quarto trimestre. Nel periodo in oggetto, le vendite di ferrosilicio sono diminuite del 13% su base trimestrale, a 16.000 tonnellate, a causa dei lavori di manutenzione presso l'impianto per ferroleghe di Bratsk. 

In gennaio-settembre, le vendite totali di prodotti lunghi da parte di Mechel sono ammontate a 1,94 milioni di tonnellate (+3%). Le vendite di prodotti piani si sono attestate invece a 342.000 tonnellate (+1%). Su base trimestrale le variazioni dei volumi sono state pressoché nulle.


Ultimi articoli collegati

Ucraina: in calo la produzione di acciaio grezzo nel 2020

Incendio presso MMK, nessuna conseguenza prevista sulla produzione di HRC

Ucraina: export di ghisa in crescita nel 2020

NLMK: memorandum d'intesa con NOVATEK per ridurre le emissioni di carbonio

Produzione statunitense di minerale ferroso in crescita a ottobre