Mechel, volumi di produzione e vendita elevati nel primo trimestre nonostante il coronavirus

giovedì, 28 maggio 2020 16:32:14 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Mechel, uno dei principali gruppi minerari e siderurgici russi, ha annunciato i risultati di produzione e di vendita per il primo trimestre 2020, dichiarando di non aver subito eccessivamente l'impatto della pandemia di coronavirus.

Nel primo trimestre 2020, Mechel ha prodotto 876.000 tonnellate di acciaio grezzo, registrando un calo del 6% su base annua ma una crescita del 2% rispetto al trimestre precedente. La produzione di ghisa è ammontata a 872.000 tonnellate, segnando una crescita del 10% rispetto al trimestre precedente e raggiungendo gli stessi livelli di un anno prima. Le crescite su base trimestrale sono il risultato di aggiornamenti su larga scala degli impianti dello stabilimento di Chelyabinsk. La produzione di carbone è ammontata a 5,188 milioni di tonnellate, registrando un incremento del 47% su base annua ma una flessione del 4% su base trimestrale. Il calo è stato motivato da una sospensione temporanea delle attività minerarie nella fossa aperta di Neryungrinsky nel mese di gennaio, con l'obiettivo di ridurre le scorte accumulate nei porti orientali di Posiet e Vanino.

Nel primo trimestre di quest'anno, le vendite di coking coal concentrato sono rimaste agli stessi livelli dell'anno precedente, ammontando a 1,684 milioni di tonnellate. Tuttavia sono diminuite dell'8% su base trimestrale. L'export di coking coal concentrato è ammontato a 1,048 milioni di tonnellate, registrando un incremento del 5% su base trimestrale, principalmente grazie alle maggiori spedizioni verso il Giappone, che sono aumentate del 51% su base trimestrale.

Le vendite di carbone termico sono ammontate a 1,212 milioni di tonnellate, segnando una flessione del 9% su base annua ma un incremento del 3% su base trimestrale. La società ha reindirizzato le vendite dall'Asia (Cina e Vietnam) al mercato interno per via di condizioni più favorevoli.

Nel primo trimestre, le vendite totali di prodotti lunghi dell'azienda sono ammontate a 648.000 tonnellate, facendo registrare incrementi del 7% su base annua e del 5% su base trimestrale. Le vendite di prodotti piani si sono attestate a 124.000 tonnellate, crescendo del 7% su base annua e dell'11% su base trimestrale.

Oleg Korzhov, CEO di Mechel, ha dichiarato che «nonostante la pandemia, le vendite della divisione siderurgica sono rimaste stabili nel primo trimestre. Prevediamo un impatto negativo sulle vendite in quello successivo. I mesi di aprile e maggio – ha aggiunto – sono cruciali per il picco della domanda da parte delle società edilizie e di vendita dell'acciaio. Tuttavia, con le attuali misure restrittive, all'inizio del secondo trimestre non abbiamo registrato il previsto incremento delle vendite».

Durante il trimestre le vendite di ferrosilicio di Mechel sono ammontate a 13.000 tonnellate, registrando diminuzioni del 25% su base annua e del 19% su base trimestrale.


Ultimi articoli collegati

Severstal punta a nuovi mercati partendo dal Brasile, di recente la prima vendita a CSN

Ferrexpo incrementa produzione e vendite di minerale nel primo semestre

Germania: in crescita tra aprile e maggio il prezzo per l'import di minerale di ferro

USA: produzione di minerale ferroso in aumento tra febbraio e marzo

Ucraina: produzione stabile per KZhRK in gennaio-maggio