Lieve diminuzione delle scorte di minerale ferroso nei porti cinesi

mercoledì, 18 novembre 2020 18:09:11 (GMT+3)   |   Shanghai
       

In data 16 novembre le scorte di minerale di ferro nei 33 principali porti cinesi sono ammontate a 109,34 milioni di tonnellate, facendo registrare un calo dello 0,46% (o di 0,5 milioni di tonnellate) rispetto al 9 novembre. Lo ha comunicato l'Agenzia Nuova Cina.

I prezzi all'importazione del minerale di ferro sono leggermente aumentati, al contrario delle spedizioni, che sono diminuite a causa di lavori di manutenzione relative agli ormeggi in Australia e Brasile. Da ciò è derivato un calo dei volumi delle forniture in arrivo ai porti. Sia i tassi di utilizzo della capacità degli altiforni sia la produzione siderurgica sono diminuiti rispetto alla scorsa settimana. Secondo le fonti, la domanda di minerale di ferro di importazione rimarrà al livello attuale. Allo stesso tempo, si prevede che nel mercato globale si registrerà un rialzo dei prezzi delle materie prime, poichè gli operatori di mercato sono convinti che l'economia globale si riprenderà. I prezzi del minerale di ferro dovrebbero seguire lo stesso andamento.


Ultimi articoli collegati

Lieve diminuzione delle scorte di minerale ferroso nei porti cinesi

Produzione cinese di minerale ferroso in lieve aumento a ottobre 

Produzione di carbone in lieve aumento in Cina nei primi dieci mesi

Diminuiscono le scorte di minerale ferroso nei porti cinesi

Minerale di ferro, prezzi all'11 novembre