La Thailandia vieterà l'espansione della capacità di barre d'acciaio

mercoledì, 06 febbraio 2019 12:33:00 (GMT+3)   |   San Diego
       

Il ministero del commercio tailandese ha comunicato che l’espansione e la costruzione degli impianti siderurgici che producono barre sarà probabilmente vietata nei prossimi cinque anni, allo scopo di ridurre il surplus domestico. La bozza del regolamento è stata recentemente approvata dal governo. Secondo il ministro dell’industria Somchai Harnhirum, il ministero ha in progetto di proporre il provvedimento al Consiglio di Stato per riceverne l’appoggio.

Secondo i media, i produttori siderurgici in Tailandia producono 9 milioni di tonnellate annue di barre d’acciaio per il settore delle costruzioni, mentre la domanda nel mercato domestico raggiunge solamente circa 3,45 milioni di tonnellate annue (38% della produzione). Harnhirum ha aggiunto che il paese possiede 45 impianti di produzione di barre d'acciaio con un tasso di utilizzo della capacità totale del 33,2% che potrà essere aumentata in futuro per soddisfare la domanda del mercato interno.


Ultimi articoli collegati

USA: avviata indagine sulle importazioni di vanadio

Export USA di filo trafilato in crescita a marzo 

USA: prezzi degli zincati a caldo stabili da inizio maggio

In crescita l'export statunitense di OCTG tra febbraio e marzo

USA: dazi provvisori su blocchi in acciaio forgiato provenienti da Italia e altri tre paesi