JSW prevede una forte riduzione delle spese in conto capitale

lunedì, 13 luglio 2020 14:36:22 (GMT+3)   |   Calcutta
       

L'indiana JSW Steel Limited nella sua relazione annuale ha espresso preoccupazioni per le condizioni di mercato indicando una riduzione del 45% delle spese in conto capitale previste per l’anno fiscale in corso, a 90.000 milioni di rupie (1,2 miliardi di dollari). Le spese in conto capitale da completare nell'anno 2020/21 dovrebbero essere inferiori del 12% rispetto a quelle sostenute durante l'esercizio precedente.

Il direttore amministrativo di JSW Sajjan Jindal ha affermato che «l’obiettivo è conservare la liquidità, garantire che i progetti strategici che sono in fase avanzata di completamento siano inaugurati in via prioritaria». Il direttore amministrativo ha aggiunto che la società ha dovuto ridurre i suoi progetti di spese in conto capitale pianificati a causa del lockdown che ha limitato la disponibilità di manodopera e materiale necessari.

Le spese in conto capitale di quest’anno si concentreranno anche sullo sviluppo di miniere e minerale di ferro e sull'ottimizzazione della logistica.

I principali progetti che dovrebbero proseguire sono l’ampliamento dell'acciaieria di Dolvi, con l’obiettivo di raggiungere una capacità di produzione annua di 10 milioni di tonnellate rispetto alle 5 milioni di tonnellate attuali, la messa in funzione di un impianto di pellet con capacità di produzione annua di 8 milioni di tonnellate e di un impianto per vergella (per la metà dell’anno fiscale in corso) nell'acciaieria di Vijayanagar e infine l'ammodernamento ed espansione della capacità dell'impianto di verniciatura (entro la seconda metà dell’anno fiscale in corso).


Ultimi articoli collegati

SAIL, vendite record di acciaio a luglio

Jindal Steel and Power aumenta produzione e vendite a luglio

Tata Steel verso l'avvio del suo primo impianto di riciclo del rottame

Parziel recupero della produzione indiana di acciaio tra maggio e giugno

India e USA vicini a un accordo che farebbe da preludio a un trattato di libero scambio