IREPAS: nel mercato degli acciai lunghi domanda e offerta verso l'equilibrio

giovedì, 09 settembre 2021 15:51:30 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Domanda e offerta di acciaio stanno gradualmente raggiungendo un punto di equilibrio nel mercato globale dei lunghi, contribuendo a riportare la normalità sotto il profilo dei prezzi, dei tempi di consegna e via dicendo. Questa l'opinione espressa da IREPAS, associazione dei produttori ed esportatori globali di acciai lunghi. I tassi di nolo, ha precisato, stanno continuando a pesare sul business, tuttavia la situazione «dovrebbe tornare alla normalità abbastanza presto». Dal punto di vista delle quotazioni, la nuova normalità potrebbe significare valori più alti rispetto a quelli visti nel quarto trimestre 2020. Le acciaierie, protette dalla Section 232 negli USA e dalle misure di salvaguardia nell'Ue, si stanno «godendo il momento», anche se «questi mercati sono caratterizzati da un'offerta inferiore alle necessità».

Nell'Ue le scorte dei presagomatori sono più alte del solito dal momento che numerosi progetti sono in pausa a causa degli alti costi di prodotti come il tondo. Questo incide negativamente sui profitti, ma è probabile che la domanda di acciai strutturali migliori in Europa prima dell'inizio della stagione invernale. Le previsioni per il prossimo trimestre sono positive, anche nel mercato dei rottami ferrosi. 

Negli USA la situazione dal punto di vista delle scorte rispetto agli elevati livelli di domanda appare più bilanciata ora rispetto a qualche mese fa. Ancora si registrano alcune carenze di materiale sulla West Coast, nonché alcune difficoltà legate alle spedizioni che stanno rendendo difficili gli approvvigionamenti. In questa situazione, numerosi operativi preferiscono scambiare materiale a prezzi FOB sia sul mercato locale sia su quello di importazione. Inoltre, gli importatori stanno facendo i conti con problemi legati al credito. Secondo IREPAS, in Nord America si potrebbe assistere a correzioni di prezzo al ribasso nella parte finale di quest'anno, correzioni che si potrebbero espandere in altri mercati.

Nel Far East il mercato dei lunghi sta subendo un rallentamento. I produttori indiani e vietnamiti stanno esportando nella regione con margini piuttosto buoni. I produttori russi, nonostante il dazio all'export, continuano a vendere, ma sono attivi principalmente nel segmento delle billette. 

IREPAS, parlando delle difficoltà legate ai trasporti, ha affermato che è sempre più difficile ottenere quotazioni FOB e che allo stesso tempo è difficile offrire su base CFR a causa delle tariffe di nolo in costante aumento. Si prevede che ciò creerà una pressione al ribasso sui prezzi nel breve termine e carenze a lungo termine nei paesi importatori. Inoltre, i costi elevati portano alla regionalizzazione dei commerci. Anche le assicurazioni stanno diventando un problema, semplicemente perché il valore dei carichi scambiati ha raggiunto livelli molto alti.

Le decisioni della Cina continueranno ad essere osservate da vicino poiché le sue restrizioni alla produzione di acciaio per l'anno in corso si traducono in una maggiore domanda di semilavorati di importazione, circostanza che dovrebbe supportare le vendite dai paesi dell'ASEAN e della CIS. Inoltre, questa situazione potrebbe supportare anche i prezzi dell'acciaio.

Sebbene l'elevato numero di contagi da Covid-19 in tutto il mondo continui a rappresentare un problema insieme alle preoccupazioni per la variante Delta, secondo IREPAS la maggior parte dei paesi dovrebbe continuare a portare avanti i processi di riapertura.

L'associazione ritiene che le prospettive per la domanda nel mercato globale dei lunghi siano promettenti a fronte degli investimenti infrastrutturali pianificati a livello mondiale. Pacchetti di stimolo stanno accrescendo la spesa nelle infrastrutture per i prossimi anni, in particolare nell'Ue, nel Regno Unito e in Nord America. Il futuro insomma sembra promettente per gli investitori in infrastrutture.

La situazione dovrebbe tornare alla normalità anche sotto il profilo della concorrenza, poiché la domanda è gradualmente tornata ai livelli pre-pandemia. La Turchia è ancora un importante competitor nelle vendite di tondo in Asia. Nel mercato del rottame si riscontra una tendenza alla regionalizzazione, quindi la concorrenza è generalmente forte.

Nel complesso, la situazione nel mercato globale dei prodotti lunghi viene definita da IREPAS «stabile e perfetta per procedere, nonostante alcune sporadiche oscillazioni».


Ultimi articoli collegati

IREPAS, parla CELSA: 2021 anno insolito, forti pressioni da logistica e trasporti

Worldsteel, riviste al ribasso le previsioni sulla domanda di acciaio

Turchia: Icdas alza ancora i prezzi di tondo e vergella

Turchia: Icdas mantiene stabili in dollari i prezzi dei lunghi

Turchia: Icdas aumenta i prezzi di tondo e vergella