IREPAS: mercato globale dei lunghi positivo nonostante le difficoltà

martedì, 13 luglio 2021 12:41:22 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Le prospettive per il mercato globale degli acciai lunghi restano positive secondo IREPAS, l'associazione dei produttori ed esportatori internazionali di lunghi. Tuttavia, fattori come l'aumento dei costi logistici e i ritardi nelle consegne stanno rendendo difficili le attività. IREPAS ha osservato che gli esportatori sono sotto pressione a causa dell'aumento dei costi di trasporto, in particolare per le spedizioni di container, e gli unici prodotti che si stanno muovendo sulle lunghe distanze sembrano essere quelli turchi o i prodotti piani e rivestiti provenienti dall'Asia.

La forte domanda rimane il principale fattore di supporto per i mercati dei prodotti lunghi, «con regioni e paesi tra cui Europa, Stati Uniti, Canada, Regno Unito e Israele che vantano acciaierie che hanno raccolto ordini con consegne molto in là nel tempo», ha affermato IREPAS. Mentre la domanda è forte grazie alla ripresa economica, ai pacchetti di stimolo e ai problemi logistici, l'offerta di acciaio sta crescendo ancora lentamente. IREPAS prevede che nel mondo occidentale si continuerà a registrare una carenza di materiale; in particolare negli Stati Uniti, dove la situazione potrebbe restare invariata fino alla fine dell'anno e oltre. 

Altre questioni che incidono sui prezzi globali dell'acciaio sono l'estensione delle misure di salvaguardia dell'Ue e l'annuncio di dazi all'esportazione sui prodotti russi. In particolare, il dazio del 15% sulle esportazioni dalla Russia potrebbe restringere ulteriormente l'offerta a livello internazionale, anche se l'impatto della misura è ancora da valutare (i dazi entrereanno in vigore il 1° agosto). IREPAS ha osservato che la maggior parte delle aziende russe sono "sold out" per i prossimi due mesi e, poiché non hanno fretta di vendere, stanno mantenendo i prezzi relativamente stabili, «forse assorbendo interamente i nuovi dazi all'esportazione».

Per quanto riguarda la produzione mondiale di acciaio, c'è stato un incremento del 15% nel periodo gennaio-aprile 2021, il che, secondo IREPAS, potrebbe influenzare negativamente i prezzi. Il clima in Cina resta positivo, mentre in altri paesi la situazione è molto meno buona. Ad esempio, la Turchia attualmente sta facendo i conti con elevati tassi di interesse e inflazione, che stanno influendo negativamente sulla domanda di tondo. Sebbene IREPAS rilevi che i volumi delle esportazioni della Turchia nella prima metà del 2021 sono aumentati del 16%, i produttori nazionali hanno fatto sapere che sarebbero maggiormente a loro agio con cifre più alte.

In Europa la domanda di prodotti lunghi resta forte e i prezzi hanno raggiunto livelli record. IREPAS ha affermato che l'estensione delle misure di salvaguardia dell'Ue per altri tre anni era inaspettata e che l'Europa sembra seguire l'esempio degli Stati Uniti, che hanno lasciato in vigore le tariffe della Section 232. L'Ue potrebbe cambiare la propria politica commerciale una volta che gli Stati Uniti avranno revocato la Section 232, ma per ora gli elevati prezzi rimangono un problema per l'industria, poiché la disponibilità di prodotti siderurgici continua a scarseggiare e la forte domanda va incontro a problemi di offerta nonché quote di salvaguardia che si esauriscono rapidamente. 

Per quanto riguarda il rottame, l'aumento dei tassi di nolo per tutte le forme di trasporto ha reso difficile la spedizione di materiale sulle lunghe distanze. Inoltre, la forte domanda di rottame e acciaio all'interno dell'Europa ha reso il commercio molto più regionale di prima. I prezzi dei noli hanno inoltre causato un aumento del prezzo del frantumato rispetto all'HMS nei mercati internazionali. Secondo IREPAS, la domanda di rottame potrebbe restare forte anche nel terzo trimestre.

Anche i prezzi del minerale di ferro continuano ad essere elevati, ossia in un range tra i 210 e 225 $/t, e IREPAS ha sottolineato che si riscontra un'abbondanza di rottami obsoleti. Si registrano forti differenze tra i prezzi del rottame frantumato e quelli dei coils laminati a caldo. La domanda di materiale di nuova produzione è molto forte negli USA e in Europa, ha sottolineato l'associazione; tuttavia, lo spread tra i prezzi della materia prima e quelli dei prodotti lunghi non è così ampio, benché sia «il doppio rispetto al normale». 

IREPAS ha osservato che la competizione attualmente è tra i consumatori anziché tra i produttori. Questi ultimi «stanno continuando a vivere un momento positivo», mentre i consumatori, ha spiegato metaforicamente l'associazione, «si siedono a tavola e non possono fare altro che consumare ciò che viene servito loro».

In conclusione, IREPAS ha affermato di vedere il mercato «stabile con prospettive molto soddisfacenti» e che il clima dovrebbe rimanere positivo fino al prossimo anno.


Articolo precedente

Turchia, export lunghi: attività assente, prezzi del tondo in leggero aumento

29 set | Lunghi e billette

Usa, import tondo: probabile discesa anche nel quarto trimestre

28 set | Lunghi e billette

Cina: in aumento la produzione giornaliera di acciaio a metà settembre

23 set | Notizie

Cina, prezzi medi dell'acciaio in leggero aumento

23 set | Notizie

Cina, export vergella: i fornitori tagliano le offerte in Asia

23 set | Lunghi e billette

Tondo, Usa: export in calo a luglio

23 set | Notizie

Usa, tondo: flessioni moderate nel mercato import

22 set | Lunghi e billette

Turchia, prodotti lunghi: export fermo a causa di un mercato difficile e di un trend non chiaro

22 set | Lunghi e billette

Cina: produzione di tondo in calo nel periodo gennaio-agosto

21 set | Notizie

Turchia, le esportazioni di acciaio in Israele supereranno i 2 milioni di tonnellate

19 set | Notizie