India: RINL sostituirà parzialmente il carbone per la batteria di forni a coke e per l'altoforno

mercoledì, 27 febbraio 2019 13:20:04 (GMT+3)   |   Calcutta
       

Secondo quanto riferito da fonti societarie, il produttore statale indiano Rashtriya Ispat Nigam Limited (RINL) punta ad importare 12.000 tonnellate di coke di petrolio calcinato.

Le fonti sostengono che il petcoke importato servirà a sostituire parzialmente il coke metallurgico utilizzato nella batteria di forni a coke e il carbone polverizzato iniettato direttamente nell’altoforno.

Il materiale importato verrà selezionato tramite gara d'appalto; dovranno essere effettuate consegne di 500 tonnellate ogni quindici giorni, a partire da aprile 2019, hanno precisato le fonti.

Il petcoke dovrà soddisfare determinate specifiche: contenuto minimo di carbonio del 99%, contenuto massimo di zolfo dell’1,0%, contenuto massimo di silicio dello 0,05% e contenuto massimo di ferro dello 0,04%.


Ultimi articoli collegati

Cina: prezzi di cromo e ferrocromo – settimana 4

In calo le importazioni statunitensi di tubi strutturali a novembre

Coils zincati a caldo, stabili le offerte indiane

Coils a caldo, possibili sconti sui prezzi da parte dei produttori turchi per l'Italia

ArcelorMittal annuncia lo stato di forza maggiore in Francia