India: JSPL approva raccolta fondi per pagare il debito ed espandere la capacità produttiva

martedì, 31 agosto 2021 11:02:20 (GMT+3)   |   Calcutta
       

L'indiana Jindal Steel and Power Limited (JSPL) ha annunciato di aver approvato la raccolta di fondi per un importo di 1 miliardo di dollari attraverso l'emissione di obbligazioni in una o più tranche nei mercati nazionali ed esteri. La società aveva già fatto sapere in passato che avrebbe raccolto fondi per pagare il debito esistente e finanziare i suoi progetti di espansione. 

JSPL si è impegnata in investimenti per un importo di 2,4 miliardi di dollari con l'obiettivo di aumentare la propria capacità di produzione dell'acciaio.

La società prevede di aumentare la capacità totale di acciaio grezzo a 15,9 milioni di tonnellate all'anno entro marzo 2025, dagli 8,6 milioni di tonnellate attuali presso l'acciaieria di Angul nell'Orissa. 

JSPL aumenterà inoltre la sua capacità di produzione di pellet ad Angul portandola a 21 milioni di tonnellate all'anno entro il 2024, rispetto agli attuali 10 milioni di tonnellate.


Articolo precedente

Le acciaierie indiane frenano le esportazioni di billette

01 feb | Lunghi e billette

India, coils zincati a caldo: continuano a salire i prezzi export grazie all’Europa positiva e alla scarsa ...

26 gen | Piani e bramme

India, billette: prezzi export ancora in aumento

25 gen | Lunghi e billette

India, coils laminati a caldo: continuano gli aumenti di prezzo export

24 gen | Piani e bramme

India, coils zincati: in aumento i prezzi export dalle acciaierie

19 gen | Piani e bramme

India, rottame: relativamente stabili i prezzi import, acquirenti più attivi

19 gen | Rottame e materie prime

India, coils a caldo: i prezzi export toccano i livelli massimi degli ultimi sei mesi

17 gen | Piani e bramme

India, prodotti piani: secondo aumento dei prezzi per gennaio

17 gen | Piani e bramme

India, coils zincati: riprende l’attività export, aumenti dei prezzi graduali

12 gen | Piani e bramme

India, billette: attività ancora vivace nonostante il rallentamento dei prezzi

11 gen | Lunghi e billette