India diventa esportatrice netta di acciaio verso la Cina nel periodo aprile-agosto

giovedì, 24 settembre 2020 11:44:23 (GMT+3)   |   Calcutta
       

Per la prima volta dopo diversi anni, nel periodo aprile-agosto 2020 i produttori siderurgici indiani sono diventati esportatori netti verso la Cina. Secondo quanto riferito da Crisil Research, le spedizioni di acciaio dall'India alla Cina in questo periodo sono state per il 69% semilavorati e per il 28% prodotti finiti. 

I produttori siderurgici indiani di prima fascia hanno esportato tra il 60 e l'80% della propria produzione nel periodo aprile-agosto e la maggior parte dei volumi ha raggiunto la Cina. L'aumento delle esportazioni indiane è stato del 400% a giugno, ma dopo questo picco le spedizioni sono diminuite a causa del lockdown e della ripresa delle attività economiche e della domanda di acciaio in India. 

La Cina ha aumentato le importazioni di acciaio nel periodo aprile-agosto per via delle interruzioni lungo la catena di fornitura, nonché a causa degli elevati prezzi del minerale ferroso.

Crisil ha affermato che ad aprile i prezzi globali dell'acciaio erano scesi a 409 $/t, il livello più basso da ottobre 2016, a causa della debolezza della domanda e delle limitate opportunità di esportazione. Successivamente, la ripresa della domanda in Cina ha portato a una crescita dei prezzi dell'acciaio che nel mese di agosto hanno raggiunto i 502 $/t.

Quest'anno i prezzi dell'acciaio a livello globale potrebbero registrare una diminuzione del 3-5%. In India, grazie anche ai dazi antidumping in vigore, il calo potrebbe essere più contenuto, ovvero tra l'1% e il 2%.


Ultimi articoli collegati

Acciaio, Cina principale destinazione dell'export indiano

SAIL: esportazioni record nell'anno finanziario 2019/20

India: Maithan Steel verso il raddoppio della capacità produttiva di billette tondo

Minerale di ferro, prevista una carenza d'offerta nel mercato indiano

Cala l'import di coking coal in India mentre cresce l'export di minerale