In calo le esportazioni ucraine di ghisa nel 2019

giovedì, 23 gennaio 2020 17:04:21 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Secondo i dati provvisori, nel 2019 le esportazioni di ghisa dall'Ucraina sono diminuite del 14,2% su base annua a 2,6 milioni di tonnellate, mentre in valore sono calate del 23,8% su base annua a 801,9 milioni di dollari.

Sebbene gli Stati Uniti nel 2019 siano rimasti la principale destinazione di vendita per i venditori ucraini di ghisa, con una quota del 58%, i volumi di fornitura per questa destinazione sono diminuiti nel corso dell'anno, con un totale vendite di 473.122 tonnellate, registrando un calo di 157.206 tonnellate sull'anno. Secondo SteelOrbis, la ragione principale sono state le misure di protezionismo negli Stati Uniti volte ad aumentare l'utilizzo di acciaio e ghisa locali nella produzione di prodotti destinati alle infrastrutture nazionali.

L'Italia e la Turchia si sono classificate al secondo e terzo posto rispettivamente con quote del 12,43% e del 10,27%. Secondo le fonti di SteelOrbis, i dati doganali relativi al primo trimestre dell'anno in corso dovrebbero evidenziare la vendita di ghisa dall'Ucraina alla Cina conseguente alla vendita di un paio di navi cargo. 


Ultimi articoli collegati

Ucraina: export di minerale ferroso in aumento nei primi otto mesi grazie alla Cina

Ucraina: export di ghisa in crescita nei primi otto mesi del 2020

Scende la produzione di acciaio in Ucraina nei primi otto mesi del 2020

Ghisa, la Cina accetta ulteriori aumenti di prezzo

Ghisa: Cina principale acquirente, graduale ritorno dei compratori statunitensi