I produttori indiani chiedono l’eliminazione del dazio sull’import di carbon coke

lunedì, 17 giugno 2019 12:48:06 (GMT+3)   |   Calcutta
       

I produttori siderurgici indiani hanno inviato un memorandum al loro Ministero delle finanze chiedendo l’eliminazione del dazio del 2,5% imposto sulle importazioni di carbon coke.

Secondo le imprese che si sono rivolte al Ministero il dazio imposto per tutelare i produttori locali di carbon coke risulta essere ridondante e contribuisce solo ad aumentare i costi per i produttori locali di ghisa, in particolare tenuto conto che l’India importa quasi l’85% delle sue necessità di carbon coke.

Recentemente i produttori indiani hanno visto crescere il dazio sull’importazione di rottame dal 2,5% al 10% ed hanno richiesto al Bureau of Indian Standards (BIS) di rivedere gli standard per il rottame di importazione per consentire un più facile approvvigionamento di materia prima.


Ultimi articoli collegati

Ministro Gualtieri: «Ilva resti con un azionista di maggioranza privato»

Produzione argentina di acciaio grezzo in calo a dicembre e nel 2019

Coils a caldo, possibili sconti sui prezzi da parte dei produttori turchi per l'Italia

ArcelorMittal annuncia lo stato di forza maggiore in Francia