Hyundai Steel in perdita nel 2020, previsto un recupero della domanda

venerdì, 29 gennaio 2021 18:21:13 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Il produttore sudcoreano Hyundai Steel (Hyundai) ha annunciato di aver registrato una perdita netta di 267 miliardi di won sudcoreani (238,89 milioni di dollari) nel quarto trimestre del 2020. Nel terzo trimestre 2020 Hyundai aveva registrato una perdita di 45 miliardi di won, mentre nel quarto trimestre 2019 il risultato era stato negativo per 74 miliardi di won. In tutto il 2020, la società ha riportato una perdita netta di 440 miliardi di won (393,66 milioni di dollari), rispetto all'utile netto di 26 miliardi di won del 2019.

Nel quarto trimestre 2020, i ricavi netti sono aumentati del 7,2% su base trimestrale e diminuiti dello 0,8% su base annua, raggiungendo 4,78 trilioni di won sudcoreani (4,27 miliardi di dollari). L'utile operativo è ammontato a 55 miliardi di won sudcoreani (49,21 milioni di dollari), rispetto ai 33 miliardi di won del terzo trimestre e alla perdita d’esercizio di 14 miliardi di won del quarto trimestre 2019. La società ha sottolineato che l'utile operativo ha mostrato una graduale ripresa attraverso la normalizzazione della produzione e l'espansione delle vendite, in contemporanea con la ripresa economica globale. Nel 2020 i ricavi di vendita sono diminuiti del 12,1% su base annua a 18,02 trilioni di won (16,14 miliardi di dollari), mentre l’utile operativo è ammontato a 73 miliardi di won (65,36 milioni di dollari), rispetto all’utile operativo di 331 miliardi di won del 2019. 

Nel 2020, le vendite di acciai finiti sono diminuite del 10,1% su base annua, fermandosi a 19,07 milioni di tonnellate, mentre le vendite di acciaio sono ammontate a 19,68 milioni di tonnellate, dato in calo del 7,7% su base annua. La produzione è diminuita a causa del calo della domanda che è stata influenzata a sua volta dalla pandemia di coronavirus, mentre le vendite sono diminuite per via del calo della domanda industriale (da settori quali l’automotive e quello della cantieristica navale). 

Secondo Hyundai Steel, la domanda di acciaio a livello globale dovrebbe mostrare una ripresa grazie al miglioramento dell'economia globale e ai tagli alla produzione in Cina (per via della riduzione delle emissioni di carbonio). La società prevede un incremento degli investimenti nel settore edile e un aumento delle vendite nel settore automotive. Per quanto riguarda le materie prime, la società ha affermato che i prezzi del minerale di ferro saranno stagnanti a causa dello squilibrio tra domanda e offerta, mentre quelli del carbone dovrebbero aumentare grazie ad un aumento della richiesta. 


Ultimi articoli collegati

Severstal, produzione di acciaio grezzo in aumento nel primo trimestre

Rottame, export giapponese in calo in gennaio-febbraio

Minerale di ferro, prezzi CFR Cina – 24 marzo

USA riduce il dazio sulla vergella di POSCO

Cala la produzione giapponese di acciaio grezzo a febbraio