Gozzi: «Sì agli obiettivi di decarbonizzazione, ma con equilibrio»

martedì, 05 ottobre 2021 16:35:30 (GMT+3)   |   Brescia
       

Sul clima l'Europa si è posta «obiettivi di decarbonizzazione ambiziosi di cui noi siderurgici siamo convintamente sostenitori. Allo stesso tempo, tuttavia, siamo convinti che queste strategie vadano affrontate non con demagogia e slogan bensì con equilibrio». Così Antonio Gozzi, presidente e amministratore delegato di Duferco Italia Holding ed ex presidente di Federacciai, durante la conferenza di apertura di Made in Steel 2021. «L'Europa sta giocando un grande azzardo con i target fissati per il 2030 e il 2050, ha voluto essere la prima della classe nelle strategie contro il cambiamento climatico – ha continuato Gozzi –. Non è detto però che altre aree del mondo seguano con le stesse modalità e gli stessi tempi processi così complicati e duri».

Il past president di Federacciai ha elogiato la siderurgia italiana, che «per quasi l'80% è quasi completamente decarbonizzata, un primato in Europa che nasce dalla creatività e dall'intuizione di alcuni imprenditori e dalla disponibilità e lo sfruttamento della materia prima rottame». Tuttavia, una siderurgia decarbonizzata, «ha evidentemente bisogno di energia e questo rappresenta una sfida: nei prossimi tempo molto più che in passato dovremmo essere in grado di reggere una competizione sempre più forte sull'accesso alle materie prime. Questa sfida – ha continuato – incrocia il grande tema dell'internazionalizzazione e quello della innovazione continua dei nostri processi».
In conclusione, Gozzi ha sostenuto la necessità di «difendere il patrimonio dell'industria europea», perché le strategie di decarbonizzazione «non possono risolversi in una sconfitta o marginalizzazione dell'industria: senza di essa l'Europa sarebbe ancora più debole».


Ultimi articoli collegati

Assofermet: dopo i dazi sull'alluminio, l'Ue sospenda anche la salvaguardia sull'acciaio

Benso (Assofermet): «Con l'import i distributori a loro rischio hanno dato continuità di fornitura»

Federacciai: la siderurgia italiana è in salute

Energia, Arvedi: «No a discriminazioni di prezzo in Europa»

Pezzotti (Fersovere): «Ingiustificato tracollo dei prezzi del rottame»