Giovanni Arvedi cede la presidenza dell'Acciaieria a Mario Caldonazzo

lunedì, 22 febbraio 2021 12:36:12 (GMT+3)   |   Brescia
       

Il Cavalier Giovanni Arvedi, fondatore dell'omonimo gruppo di Cremona, ha annunciato la decisione di cedere la presidenza di Acciaieria Arvedi al nipote Mario Caldonazzo, già nominato CEO della golding Finarvedi a ottobre 2019. Un anno e mezzo dopo l'"apertura" del Consiglio di Amministrazione del gruppo a figure esterne di alto profilo, Arvedi completa così il passaggio generazionale ufficializzando il passo indietro. Caldonazzo guiderà un gruppo con 4.000 dipendenti e un fatturato di 2,7 miliardi di euro. In una lunga intervista rilasciata al quotidiano "La Provincia di Cremona", Giovanni Arvedi (84 anni il prossimo 28 agosto) ha precisato che resterà presidente di Finarvedi e continuerà a seguire da vicino il consolidamento della struttura gestionale dell'Acciaieria. 


Ultimi articoli collegati

Ex Ilva, per la SVIMEZ la chiusura peserebbe per 3,5 miliardi sul PIL

Federacciai: produzione in leggero aumento a gennaio

Ex Ilva, il Consiglio di Stato respinge la richiesta di sospensiva di ArcelorMittal

Ex Ilva: il TAR di Lecce ordina lo spegnimento dell'area a caldo, Federacciai preoccupata

NLMK Verona amplierà la gamma produttiva grazie a un impianto VOD di Tenova