Giappone: esportazioni di rottame in calo del 14,7% nel periodo gennaio-agosto

mercoledì, 29 settembre 2021 11:27:01 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Ad agosto, il Giappone ha esportato 545.311 tonnellate di rottame, in calo del 18,5% rispetto alle 669.498 tonnelate di agosto 2020. I dati provengono dalle autorità doganali giapponesi, secondo le quali le esportazioni totali nel periodo gennaio-agosto sono ammontate a 5,34 milioni di tonnellate di rottame, in calo del 14,7% su base annua.

Nei primi otto mesi dell’anno, la Corea del Sud si è confermata il più grande importatore di rottame dal Giappone, con un totale di 2,12 milioni di tonnellate (+7,5% su base annua). Seguono Vietnam e Taiwan, rispettivamente a a 1,69 milioni di tonnellate (-21,5% su base annua) e 443.211 tonnellate (- 51,1% su base annua).

Infine, ad agosto 2021 il Giappone non ha esportato rottame in Bangladesh e, pertanto, le esportazioni di rottame nel paese sono rimaste ferme a 292.591 tonnellate, in calo rispetto alle 475.986 tonnellate dei primi otto mesi del 2020.


Ultimi articoli collegati

Cina: prezzi del rottame in rialzo nonostante il calo della domanda

Minerale di ferro, prezzi CFR Cina – 19 ottobre

Taiwan: importazioni di rottame in calo in gennaio-settembre

Nucor acquisisce due stabilimenti per la frantumazione del rottame

Giappone: esportazioni di acciaio a +3,6% nel periodo gennaio-agosto