Ghisa: esportazioni ucraine in calo del 53% in gennaio-aprile

giovedì, 19 maggio 2022 12:11:46 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Le esportazioni di ghisa dall'Ucraina hanno continuato a risentire della guerra in corso. Inoltre, gli ostacoli di tipo logistico a causa del blocco dei porti principali fa sì che alcune acciaierie ucraine (Ilyich Iron and Steel Works e Azovstal) rimangano inattive. 

Nel periodo gennaio-aprile di quest'anno, l'Ucraina ha esportato 451.100 tonnellate di ghisa, dato crollato del 52,7% su base annua secondo le statistiche doganali.

In termini di valore, le stesse esportazioni sono diminuite del 50,4%, fermandosi a 220,2 milioni di dollari. Le spedizioni verso gli Stati Uniti hanno rappresentato il 54,42% dei volumi totali, mentre quelle verso Turchia e Italia hanno rappresentato rispettivamente il 18,58% e il 17,59%. 


Articolo precedente

Germania, acciaio grezzo: produzione in calo nel periodo gennaio-maggio

22 giu | Notizie

Ghisa basica, offerte aggressive dalla Russia e dal Donbass a discapito di altri fornitori globali

20 giu | Rottame e materie prime

In che modo gli esportatori di ghisa con sede in Russia sono sfuggiti alle difficoltà legate alle sanzioni?

17 giu | Rottame e materie prime

Ghisa: i fornitori russi sfruttano ogni possibilità per vendere

16 giu | Rottame e materie prime

Cina, a maggio produzione di acciaio grezzo in calo su base annua

16 giu | Notizie

Brasile, ghisa: esportazioni in aumento a maggio

15 giu | Notizie

Ghisa: prezzo in calo in una vendita dal Brasile verso gli Usa

15 giu | Rottame e materie prime

Ghisa: fornitori russi attivi in Cina e Turchia

03 giu | Rottame e materie prime

Ghisa: i fornitori russi continuano a vendere a prezzi aggressivi

31 mag | Rottame e materie prime

Ghisa, l'impatto del dazio indiano sul mercato globale

30 mag | Rottame e materie prime