GFG Alliance sostiene il piano di rivoluzione industriale "green" del Regno Unito

giovedì, 19 novembre 2020 18:23:51 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Il colosso siderurgico britannico GFG Alliance ha dichiarato di accogliere con favore il piano di rivoluzione industriale "green" del governo britannico, il quale tocca varie tematiche: energia pulita, trasporti, natura e tecnologie innovative. Il piano, che prevede investimenti governativi pari a 12 miliardi di sterline, consentirà al Regno Unito di ridurre le proprie emissioni di carbonio entro il 2050 e creerà 250.000 posti di lavoro nel paese. 

Il programma, che si articola dieci punti tra cui energia eolica offshore, idrogeno, cattura e sequestro del diossido di carbonio e dell'energia nucleare, mira a sostenere i posti di lavoro e ridurre le emissioni di carbonio. Prevede inoltre l'utilizzo delle turbine eoliche della Scozia e del nordest del paese, sviluppate con le tecnologie d'avanguardia provenienti dal Galles. 

«Accogliamo con favore il piano del governo» ha dichiarato il presidente esecutivo di GFG Alliance, Sanjeev Gupta, aggiungendo che la missione della società è quella di contribuire a «un'economia a basse emissioni di carbonio, trasformando le industrie di fondazione come l’acciaio e l’alluminio. Affinché il Regno Unito possa rispettare i suoi impegni sul clima, deve cogliere l'opportunità di reinventare il proprio settore siderurgico nel ruolo di leader di basse emissioni di carbonio, incoraggiando l'innovazione e il problem-solving, premiando coloro che si muovono più velocemente nella transizione verso un acciaio green». 


Ultimi articoli collegati

British Steel aumenta la produzione e cerca nuovo personale

Liberty Steel installerà due forni ibridi in Repubblica Ceca

British Steel ottiene 50 milioni di sterline per ampliare produzione e vendite

Liberty Steel spedirà i primi ordini di tondo per cemento armato "green"

UE: annunciate le quote sulle importazioni di acciaio dal Regno Unito