Evraz: produzione su buoni livelli nonostante l'emergenza Covid

lunedì, 01 febbraio 2021 12:57:50 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Il colosso siderurgico russo Evraz Group ha pubblicato di reente i risultati operativi relativi al quarto trimestre e all'intero anno 2020. Nel quarto trimestre la società ha prodotto 3,47 milioni di tonnellate di acciaio grezzo, dato in crescita del 7,4%, grazie sia agli interventi tecnici programmati per il terzo trimestre 2020 presso EVRAZ NTMK sia all'incremento di produzione dell'impianto di EVRAZ North America. Sempre nel quarto trimestre, la produzione di ghisa è ammontata a 4,85 milioni di tonnellate (+6,1% rispetto al terzo trimestre). Nel 2020, a dispetto delle difficoltà create dalla pandemia di COVID-19, la produzione di acciaio grezzo ha subito solamente una flessione dell’1'1%. Intanto, il calo della domanda di petrolio e gas, causato dalla difficile situazione nei relativi mercati, ha portato a una diminuzione della produzione presso EVRAZ North America. 

In ottobre-dicembre 2020, l'output di coking coal grezzo di Evraz è cresciuto del 26,1% su base trimestrale, grazie a un incremento di produzione presso la miniera di Raspadskaya, raggiungendo 6,02 milioni di tonnellate. Nel 2020, la produzione di minerale è diminuita del 21% annuo a causa del fermo delle miniere Razrez Raspadsky (da maggio a settembre 2020) e Mezhegeyugol (da marzo 2020) e del calo dei volumi di produzione presso la miniera di Raspadskaya (per via delle difficili condizioni geologiche). 

Nel trimestre in oggetto, il totale delle vendite di prodotti siderurgici della società è ammontato a 3,41 milioni di tonnellate (+12%). Le vendite di semilavorati sono cresciute del 30,4% su base trimestrale, a 1,70 milioni di tonnellate, grazie alla ripresa del mercato export e della diminuzione della domanda locale di prodotti finiti (-1,9% su base trimestrale, a 1,70 milioni di tonnellate). 

Nel 2020, il totale delle vendite di prodotti siderurgici da parte di Evraz è diminuito del 3,1% annuo a 13,06 milioni di tonnellate. Le vendite di semilavorati sono ammontate a 6,18 milioni di tonnellate, in crescita del 6,1% grazie a una maggiore esportazione di bramme e billette combinata con una diminuzione della domanda locale durante la pandemia. Sempre nel 2020, la società ha venduto 6,87 milioni di tonnellate di prodotti finiti (-10,1%). 


Ultimi articoli collegati

Primetals e Midrex forniranno a Mikhailovsky HBI il più grande impianto HBI al mondo

Cresce la produzione mondiale di acciaio grezzo a gennaio

Ucraina si focalizza sulla produzione di materie prime a gennaio 

Evraz firma contratto con Danieli per aumentare la produzione di billette

Ucraina: cresce a gennaio la produzione di concentrato di minerale di Southern GOK